fbpx
CAMBIA LINGUA

Festival dAnnunziano, gran Galà per i 160 anni dalla nascita del Vate col maestro Beatrice Venezi, l’attore Giorgio Pasotti e le note dei Solisti Aquilani

Prima dello spettacolo è stata presentata la 5^ Edizione del Festival dAnnunziano” in programma dal 2 al 10 settembre.

Festival dAnnunziano, gran Galà per i 160 anni dalla nascita del Vate col maestro Beatrice Venezi, l’attore Giorgio Pasotti e le note dei Solisti Aquilani.

Gardone Riviera (BS) – Una grande festa per i centosessanta anni dalla nascita di Gabriele d’Annunzio. Questo il filo conduttore dell’evento del Vittoriale durante il quale si sono esibiti in concerto i “Solisti Aquilani”, diretti dal maestro Beatrice Venezi con la voce narrante dell’attore Giorgio Pasotti. Titolo dello spettacolo: “D’Annunzio, le donne, dalla vita all’arte. Tra musica, poesie, lettere e prose”. Prima dello spettacolo è stata presentata la 5^ Edizione del Festival dAnnunziano, in programma dal 2 al 10 settembre. A illustrare i principali appuntamenti sono stati il presidente della Fondazione “Vittoriale degli Italiani”, Giordano Bruno Guerri, e il vicepresidente vicario del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Roberto Santangelo.

«Sarà un festival particolare – ha spiegato Giordano Bruno Guerri, direttore artistico del Festival dAnnunziano – dedicato alla poesia, ma anche con molti altri eventi, naturalmente. Presentazione di libri, rappresentazioni teatrali, musica, film e tutto quanto possa rallegrare la città». Il vicepresidente Santangelo ha illustrato le finalità del festival e la scelta del Vittoriale anche nell’ottica della promozione dei luoghi cari a d’Annunzio: «Siamo al Vittoriale per una giornata dedicata interamente all’Abruzzo: promuoviamo la nostra regione, i nostri eventi e i nostri brand unendo arte, cultura e cibo. Vogliamo far vivere la nostra regione fuori dal nostro territorio proiettandola su un livello nazionale, e anche di più. Il Consiglio regionale promuove una serie di iniziative al Vittoriale legate sempre alla figura di d’Annunzio, come la Perdonanza, rilanciata proprio dal Vate; la costa dei trabocchi, luoghi cari nei quali d’Annunzio amava trascorrere il tempo. Quest’anno il festival si chiamerà “Vivi, Odi, Balla”, che vuole essere un inno alla vita, alle emozioni, ricco di eventi culturali, letterari, musica, intrattenimento, sotto un unico filo conduttore, quello legato all’identità, all’appartenenza».

Il programma del Festival dAnnunziano si preannuncia ricco come non mai, con seminari, presentazioni, degustazioni e grandi concerti. Tra gli artisti Francesco Renga, Nek, Mara Sattei, Raphael Gualazzi, Roberto Vecchioni, Simone Cristicchi, Carl Brave e i Boomdabash. Il claim “Vivi-Odi-Balla” è un invito all’attivazione dei sensi che rimanda alle peculiarità del festival. Si andranno a vivere i luoghi della città natale di d’Annunzio: il mare, con la “Regata dannunziana”, i trabocchi del molo nord con il “Tramezzino letterario”, la casa natale di corso Manthoné e i musei cittadini, con le aperture serali e i momenti culturali che li animeranno durante l’intera manifestazione. Si potrà ascoltare l’eco della letteratura e della poesia dannunziana, con studiosi di fama internazionale, scrittori e volti noti del mondo della letteratura, del cinema e del teatro. Si potrà infine ballare, sulle melodie dei grandi artisti che si esibiranno nei concerti che ogni sera, dal 2 al 10 settembre si svolgeranno in vari luoghi di Pescara.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Festival dAnnunziano, gran Galà per i 160 anni dalla nascita del Vate col maestro Beatrice Venezi, l’attore Giorgio Pasotti e le note dei Solisti Aquilani

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×