fbpx
CAMBIA LINGUA

Emilia-Romagna, premia cinque scienziate, fra le migliori al mondo per pubblicazioni scientifiche e citazioni ricevute

Appuntamento al Cnr di Bologna venerdì 26 gennaio ore 15

Emilia-Romagna, premia cinque scienziate, fra le migliori al mondo per pubblicazioni scientifiche e citazioni ricevute

Con il presidente Bonaccini, la ministra Bernini, la presidente del Cnr Carrozza, gli assessori regionali Salomoni e Colla e il presidente di Cineca e di Ifab, Ubertini. La cerimonia nell’ambito della presentazione di “Emilia-Romagna, il regno della scienza. Luoghi, persone, futuro”, guida realizzata da Repubblica con anche la collaborazione della Regione

L’epidemiologia dei tumori, l’evoluzione delle galassie, i buchi neri supermassicci. Campi di ricerca e studio di cinque scienziate, attive in Emilia-Romagna, che risultano tra le “top 500” al mondo nella classifica 2023 della piattaforma Research.com sulla base del numero di pubblicazioni e citazioni ricevute.

Sono Eva Negri, epidemiologa, e le quattro astrofisiche Lucia Pozzetti, Marcella Brusa, Elena Pian ed Elena Zucca: venerdì 26 gennaio, alle ore 15, riceveranno dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, un riconoscimento per gli eccellenti risultati raggiunti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’appuntamento è alle ore 15 nell’Auditorium del Cnr di Bologna, in via Gobetti 101. Saranno presenti la ministra dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini, la presidente del Cnr, Maria Chiara Carrozza, gli assessori regionali Paola Salomoni (Università e Ricerca) e Vincenzo Colla (Sviluppo economico e Green economy) e il presidente di Cineca e di Ifab, Francesco Ubertini.

La cerimonia di premiazione si svolgerà nell’ambito della presentazione della guida “Emilia-Romagna, il regno della scienza. Luoghi, persone, futuro”, edita da Repubblica e realizzata in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna.

Emilia-Romagna, premia cinque scienziate, fra le migliori al mondo per pubblicazioni scientifiche e citazioni ricevute

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×