fbpx

Domenica a Verona si corre la 46^ marcia del giocattolo per i bambini di Abeo.

Con lo slogan #corriconilcuore ritorna la corsa solidale per sostenere le famiglie di bambini affetti da tumori e leucemie, in cura presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’AOUI di Verona.

Domenica a Verona si corre la 46^ marcia del giocattolo per i bambini di Abeo.

Corriamo con il cuore, per riempire di gioia quello dei più piccoli e regalare loro un sorriso. Così recita lo slogan #corriconilcuore che vuole essere soprattutto un invito rivolto a tutti in occasione della 46^ edizione della Marcia del Giocattolo, la storica corsa benefica in programma domenica 3 dicembre in città con partenza da piazza Bra. Un evento organizzato da Associazione Straverona A.S.D. con il patrocinio del Comune di Verona e della Regione Veneto che ha come obiettivo sostenere all’Associazione Bambino Emopatico Oncologico ODV Onlus.

L’intero ricavato netto della manifestazione infatti andrà all’ABEO, impegnata a sostenere famiglie di bambini affetti da tumori e leucemie, in cura presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’AOUI di Verona. Obiettivo raccogliere fondi per realizzare quattro miniappartamenti all’interno dell’Ospedale di Borgo Trento per ospitare i piccoli pazienti sottoposti a trapianto e le loro famiglie.

Questo permetterebbe loro di sentirsi come a casa in un momento di grande difficoltà, rendendo meno traumatico il ricovero e riscontrando anche una maggiore efficacia della risposta alle terapie.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

#corriconilcuore è un messaggio bellissimo che viene veicolato in questa edizione – commenta l’assessora alle Politiche sociali e abitative Luisa Ceni -. È un momento importante perché tutti potranno dare il proprio contributo e sostenere una causa che fa bene al cuore in prossimità del Natale. Ringraziamo l’Associazione Straverona per il grande lavoro che viene fatto da volontari che dedicano il loro tempo e le loro energie per aiutare i bambini. Tutti collaboriamo per il bene comune, un’altra occasione che dimostra quanto grande sia il cuore della nostra città”.

I format. Ci si può iscrivere a tre gare. La prima è la Fast, una 10 km inserita nel calendario nazionale UISP e nel circuito “Verona con la Corsa” con partenza alle 9 dal centro storico, per poi procedere verso Ponte Catena e il quartiere San Zeno, fino al rientro attraverso via Valverde. La seconda è la Classica, corsa ludico motoria percorribile a passo libero, proposta nella doppia variante da 5 e 10 km con partenza alle 9.05. Infine la Family, un percorso di 2 km pensato per le famiglie con figli in età scolare, con punti di animazione sul percorso e in Piazza Bra con partenza alle 10. Lungo il percorso da 10 km sono previsti due punti ristoro, uno per il percorso da 5 km; entrambi i percorsi sono privi di barriere architettoniche e possono essere percorsi anche con i passeggini.

Iniziative. In piazza Bra, dalle 8 alle 13, ci saranno attività di intrattenimento dei più piccoli, con laboratori manuali e musicali, giochi, come la battaglia con i cuscini o il paracadute ludico gigante, oppure dedicarsi alla creazione delle letterine per Santa Lucia. Lungo il percorso della Marcia gli elfi distribuiranno caramelle e francobolli per le letterine, mentre per i bambini tra i 2 e i 4 anni è in programma, in un angolo dedicato, un laboratorio di travaso. Le attività sono previste anche in caso di maltempo. Al termine della marcia tutti i partecipanti sono invitati in piazza Bra per il ristoro e per un momento di condivisione musicale con canti per la pace.

La gara sarà totalmente plastic free, con erogatori messi a disposizione da Acque veronesi, così come sarà assicurata la pulizia degli spazi. Tutte le informazioni riguardo ai percorsi e alle modalità e luoghi di iscrizione iscrizioni sono disponibili al sito www.marciadelgiocattoloverona.it email info@straverona.it – iscrizioni@straverona.it telefono 340 4735425.

La marcia è stata presentata questa mattina in sala Arazzi. Sono intervenuti assessora alle Politiche sociali e abitative Luisa Ceni, per l’Associazione Straverona il presidente Gianni Gobbi e il membro del direttivo Nicola Schena, per ABEO il presidente Alberto Bagnani e il testimonial Mirco Lorenzini e rappresentanti degli sponsor.
“La manifestazione è nata raccogliendo giocattoli prima di Santa Lucia – spiega Gianni Gobbi -. I tempi sono cambiati e oggi ci sono dei temi più importanti che supportiamo ogni anno. Per il secondo anno correremo per ABEO, e siamo fiduciosi che quest’anno registreremo numeri pre-Covid, con tanti partecipanti di tutte le età e di vari livelli”.

“La Marcia del Giocattolo accomuna lo sport, che educa al rispetto dell’avversario e delle regole, ai giocattoli, che fanno rima con i bambini – afferma Alberto Bagnani -. Lavorare con loro, per loro, e strappare un sorriso non ha prezzo, quindi spero che si possa far conoscere a tutti l’attività di ABEO”.
“Sono un ragazzo che ha passato il cancro, e sono convinto che questa marcia ci aiuterà a portare felicità ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie – ha affermato Mirco Lorenzini -. Un sorriso e una camminata in più permetterà loro di staccare dall’ospedale e tutto quello che stanno passando fino adesso”.
“Speriamo che sia una bella giornata anche per quanto riguarda il meteo – ha detto Nicola Schena -. Ringraziamo tutti i partners che ci sostengono perché ci permetteranno di fare una bella festa per i veronesi e sostenere ABEO”.

Domenica a Verona si corre la 46^ marcia del giocattolo per i bambini di Abeo.

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×