Cremona, Fiera del Libro: anche l’edizione primaverile viaggia online

Dal 26 marzo al 2 maggio incontri via web con autori nel ricordo del libraio Ettore Spotti

Cremona, Stessa formula dello scorso autunno per l’edizione primaverile della Fiera del Libro che prende il via venerdì 26 marzo. Come avvenuto tra ottobre e novembre 2020, per rispettare le misure atte a contrastare il diffondersi della pandemia, la manifestazione sarà caratterizzata da una serie ricca di incontri, da remoto, con gli autori e le loro opere. Una decisione che le librerie indipendenti cittadine, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, hanno preso sulla scorta degli ottimi risultati dell’edizione autunnale, che ha visto dalle 400 alle 700 visualizzazioni al giorno, sino ad arrivare, in alcuni casi, a 1000-1500, con collegamenti da Cremona, dal territorio e anche da fuori provincia. Una platea che si è allargata strada facendo grazie anche ai social.
Questa è una delle motivazioni che hanno spinto gli organizzatori a dare continuità alla rassegna alla base della quale, come dichiara Claudio Ardigò, che la cura e presenta gli ospiti, c’è il desiderio di un’iniziativa culturale seria, concreta ed interessante per avvicinare la cittadinanza al piacere della lettura.
“Abbiamo accolto con favore l’idea di riproporre, con la collaborazione del Comune, la formula sperimentata con successo lo scorso autunno – dichiarano al riguardo gli assessori Barbara Manfredini e Luca Burgazzi – in quanto riteniamo importante dare un segnale di continuità a questa manifestazione che, nel tempo, è riuscita a rinnovarsi suscitando l’interesse di un pubblico di ogni età grazie all’impegno degli organizzatori con i quali vi è sempre stato un confronto proficuo. Questo è avvenuto anche grazie ad Ettore Spotti, figura carismatica nel panorama libraio cremonese, e riferimento per l’Amministrazione per gli spetti organizzativi, ma non solo, dell’evento”.
L’edizione primaverile della Fiera del Libro è iniziata nel 1991, quest’anno compie dunque 30 anni di vita. Dal 2015 la collaborazione tra l’Ufficio Commercio del Comune ed Ettore Spotti, referente dei promotori, si è fatta sempre più incisiva in quanto parte attiva nell’organizzazione degli eventi collaterali della Fiera avviando le presentazioni degli autori dapprima nella Galleria 25 Aprile e poi a Spazio Comune.
Tra gli appuntamenti che si succederanno fino al 2 maggio prossimo, da segnalare, l’11 aprile, quello con Nicoletta Bortolotti che presenterà il suo romanzo, Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metro, un vero bestseller, nella classifica dei libri più venduti degli ultimi mesi: una storia vera sull’integrazione con protagonista Ahmed Malis che, insieme all’autrice, interverrà alla presentazione. Altro incontro da non perdere, il 23 aprile, con Sveva Casati Modignani e il suo ultimo romanzo, Il Falco. Il 25 aprile sarà presentato il libro di Antonio Caprarica, noto giornalista già corrispondente RAI dal Regno Unito, Elisabetta. Per sempre regina, in uscita proprio poco prima della metà di aprile. Questi incontri saranno accompagnati dalla lettura di alcuni brani da parte di due brave e conosciute attrici del teatro amatoriale cittadino, Emi Mori e Chiara Tambani.
Sono questi solo alcuni esempi di un ricco ed articolato programma pensato per cercare di proporre argomenti che possano soddisfare i lettori nella diversità e originalità delle opere proposte. Ci saranno spazi dedicati alla poesia, a romanzi storici, ad alcuni noir, ad un romanzo incentrato sulla violenza contro le donne, ad un saggio che tratta della questione palestinese, uno sulla musica e un altro alle favole.
Non mancheranno gli autori cremonesi che nella passata edizione hanno avuto un ruolo rilevante. Saranno presenti, tra gli altri, Giovanni Catelli, con Parigi e un padre, proposto al Premio Strega 2021, la giornalista Lucilla Granata con il suo libro fresco di stampa Adesso che non ti sento. E poi Matteo Belgiovane, originario di Casalmorano, che attraverso la poesia ha superato un’esperienza pesante di bullismo. Da segnalare poi la presentazione di La vera storia del mondo piatto, scritto da Lorenza Bonazzoli, conosciuta in tutta Italia come esperta dell’Enneagramma. Protagonista della rassegna anche un intrigante noir, Il filo sottile di Arianna, del cremasco Lorenzo Sartori, fresco vincitore del NebbiaGialla, uno dei premi letterari più ambiti in questo genere letterario.
Si è voluto insomma dare spazio a diversi generi per soddisfare anche i lettori più esigenti, per infondere coraggio, per non avere paura, per non farsi sopraffare dalla pandemia, come tengono a sottolineare gli organizzatori, così come certamente avrebbe voluto Ettore Spotti.
Gli incontri in programma, sotto riportati, saranno pubblicizzati attraverso i vari canali social e inseriti sul sito del Comune di Cremona nella sezione dedicata agli eventi.

Venerdì 26 marzo ore 21
Simone Fappanni – Arte e web nell’era del Covid-19
Nicola Lupi – Nebù non ha paura (Book Road Edizioni)

Sabato 27 marzo ore 19
Valentina Nuccio – Terra d’ombra bruciata (Le Mezzelane Casa Editrice)
Renato Ghezzi – La pace viaggio in autobus (Le Mezzelane Casa Editrice)

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Domenica 28 marzo ore 21
Stefano Spoto – Deserto bianco (Graphofeel)
Christiano Cerasola – Ryuu Il custode di Izu (Casa Editrice Elmi’s World)

Sabato 3 aprile ore 21
Massimo Gatta – Breve storia del segnalibro (Graphe.it Edizioni)
Lidia Fogarolo – Storia di Serial Killer (Graphe.it. Edizioni)

Lunedì 5 aprile ore 21
Pietro de Viola – Sale e sangria (Oligo Edizioni)
Mauro Valentini e Marina Conte – Mio figlio Marco (Armando Editore)

Venerdì 9 aprile ore 21
Silvana Ferrari Anglois – Uno sguardo all’India (Fantigrafica)
Antonio Beltrami – Volti e ritratti secondo volume (Fantigrafica)

Sabato 10 aprile ore 21
Camilla Ziglia – Rivelazioni d’acqua (Puntoacapo Editrice)
Diego Baldassarre – Memorie di un tabagista (Il Babi Editore)

Domenica 11 aprile ore 21
Nicoletta Bortolotti – Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metro (Giunti Edizioni) con la partecipazione di Ahmed Malis

Venerdì 16 aprile ore 21
Rosy Shoshanna Bonfiglio – Nei giardini dell’Erebo (Amazon Edizioni)
Matteo Belgiovane (Belgio) – L’arte di vivere (WE Edizioni)

Sabato 17 aprile ore 21
Anna Rollando – Applaudire con i piedi. Volume uno e due (Graphofeel Edizioni)
Francesco Randazzo – Il vero amore è una quiete accesa (Graphofeel Edizioni)

Domenica 18 aprile ore 21
Donatella Coda Zabetta – Leila una storia come tante (Golem Edizioni)
Carlo Moretti – Occhi dal Passato (Eretica Edizioni)

Venerdì 23 aprile ore 18,30
Sveva Casati Modignani – Il falco (Sperling e Kupfer Edizioni)

Sabato 24 aprile ore 21
Renato De Rosa – Osvaldo, l’algoritmo di Dio (Carbonio Edizioni)
Vincenzo Paglione – Associazione licenza Poetica. Antologia L’inganno di Prometeo. Fuoco Ancestrale, Fuoco Mortale

Domenica 25 aprile ore 21
Antonio Caprarica – Elisabetta. Per sempre regina (Sperling e Kupfer Edizioni)

Venerdì 30 aprile ore 21
Lucilla Granata – Adesso che non ti sento
Giovanni Catelli – Parigi e un padre (Inschibboleth edizioni)

Sabato 1 maggio ore 21
Eufemia Griffo – Da lontano Venezia. I viaggi di Marco Polo (Le Mezzelane Casa Editrice)
Michela Rapani – Pillole (Le Mezzelane Casa Editrice)

Domenica 2 maggio ore 21
Lorenzo Sartori – Il filo sottile d’Arianna (Laurana Edizioni)
Lorenza Bonazzoli – La vera leggenda del mondo piatto (EV. Edizioni)


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...