Cremona, Comitati di Quartiere, proseguono le assemblee informative

Cremona, 23 settembre 2020 – Continua il percorso di partecipazione e informazione per il rinnovo dei Comitati di Quartiere. Le prossime assemblee si sono in programma giovedì 24 settembrealle ore 17,30, all’Oratorio di S. Pietro (via del Giordano,77) per il Comitato di Quartiere 9 Giordano – Cadore, e venerdì 25 settembre, sempre alle ore 17,30, nella piazzetta all’angolo tra via Litta e via Ceccopieri (Borgo Loreto) per il Comitato di Quartiere 5 Borgo Loreto – San Bernardo.

Come già avvenuto la scorsa settimana al Boschetto, dopo l’illustrazione delle funzioni dei Comitati e dei percorsi di cittadinanza attiva (Beni Comuni), spazio ai cittadini che hanno presentato la loro candidatura per il rinnovo dei rispettivi Comitati di Quartiere. Per il Quartiere 9 interverranno Mariacristina Arata (presidente uscente), Alessandro Petrucci, Oreste Aletti, Edoardo Dada, Daniela Semenzi, Valeria Nassi, Andrea Ghisoni, Marco Davide Nolli e Nadia Galli. Per il Quartiere 5 si presenteranno Silvia Belicchi (presidente uscente), Cristina Stringhini, Giuseppe Ballestriero, Gianluca Viccardi, Fabio Lodigiani, Manuel Rosamilia, Daniela Soldi, Michele Celli, Giuseppe Taino.

Per facilitare la partecipazione delle famiglie, in parallelo alle assemblee si terrà il laboratorio Inventa Storie nell’ambito del progetto biennale di scrittura creativa Storie di Quartiere, che prevede la raccolta di racconti, ispirati alla vita quotidiana nei quartieri che possono essere reali o inventati.

Alcune informazioni sui quartieri e le loro attività

Il Quartiere 9 Giordano – Cadore conta 3355 abitanti con 1574 famiglie e 765 cittadini di origine straniera: in particolare, le comunità più rappresentate sono quelle originarie della Romania, del Marocco, dell’Albania, della Cina, della Costa D’Avorio e dell’India. Interessante vedere la distribuzione della fasce di età in ordine decrescente: 677 sono i residenti che hanno dai 36 ai 50 anni, 597 tra i 51 e i 60, 513 quelli tra i 66 e gli 80, 376 quelli tra i 26 e i 35, gli over 81 sono 232, 205 tra i 20 e i 25, 183 hanno dai 61 ai 65 anni, 159 i residenti di età compresa tra i 15 e i 19 anni, 130 tra gli 11 e 14 anni, 107 tra i 7 e i 10 anni, 90 tra 0 e 3 anni, infine 86 tra i 4 e i 6 anni.

Tra le iniziative promosse dal Comitato in collaborazione con il Comune, l’inaugurazione della nuova sede, in via Cadore, accompagnata da una piccola festa in strada e da una mostra di opere realizzate dai residenti, il posizionamento di una bacheca informative, attività ricreative, come la rassegna Ballando Ballando, conferenze a cura dell’Associazione “Città dell’uomo” onlus, l’attivazione del controllo di vicinato, incontri sui temi della sicurezza, solo per citarne alcune. I componenti del Direttivo si sono particolarmente impegnati su tematiche inerenti il traffico e la viabilità.

Il Quartiere 5 Borgo Loreto – San Bernardo conta 6249 abitanti con 2898 famiglie e 1054 cittadini di origine straniera. In questo caso le comunità più rappresentate sono quelle originarie della Romania, dell’Albania, del Marocco, della Costa D’Avorio, della Cina e della Tunisia. Per quanto riguarda le fasce di età dei residenti, in ordine fasce di età in ordine decrescente, questi i dati: 1625 sono quelli che hanno dai 36 ai 50 anni, 971 tra i 66 e gli 80, 928 tra i 51 e i 60, 700 quelli tra i 26 e i 35, 326 tra i 61 e i 65, 322 tra i 25 e i 20 anni, gli over 81 sono 286, mentre 253 sono quelli tra i 15 e i 19, 221 tra i 7 e i 10, 200 quelli tra 0 e 3 anni, infine abbiamo 199 tra gli 11 e i 14 anni e 172 tra i 4 e i 6. Nel quartiere sono presenti la Scuola primaria “A. Stradivari”, la Scuola comunale per l’Infanzia “Gallina” ed impianti sportivi quali il Palazzetto dello Sport e la palestra annessa alla scuola Stradivari.

Numerose le iniziative di carattere ricreativo e gli incontri promossi dal Comitato grazie alla fitta rete di collaborazioni con le associazioni presenti nel quartiere, ma non solo, con le scuole, la parrocchia, le cooperative sociali e i volontari del Servizio Civile. Anche in questo quartiere è stato attivato, in stretta sinergia con la Polizia Locale, il controllo di vicinato e sono stati organizzati incontri sulla sicurezza volti soprattutto alla prevenzione, nonché su altre tematiche di carattere sociale e culturale. Da segnalare inoltre il percorso progettuale condiviso con il Settore Politiche Educative e Rigenerazione Urbana per proseguire l’intervento di street art sul muro di via della Vecchia Dogana, oltre a momenti di animazione territoriale, mercatini e laboratori, il raccordo con la Caritas Diocesana e l’associazione “La città dell’uomo” per il coinvolgimento di giovani migranti in attività di cura, pulizia e piccole manutenzioni realizzate insieme ai residenti.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...