Cologno Monzese, prende forma il polo culturale in Villa Casati, simbolo della centralità della cultura in città

Il Sindaco Angelo Rocchi: “Sulla cultura continueremo a investire”, inoltre, approfittando di questo cambio, verrà ristrutturata la villa

Cologno Monzese, prende forma il polo culturale in Villa Casati, simbolo della centralità della cultura in città.

Continuano le attività promosse e ideate dal Comune insieme al Sindaco per valorizzare la cultura e coinvolgere sempre di più i cittadini in progetti che incentivano a creare una comunità unita e ricca intellettualmente.

Mancano ormai pochi giorni dall’inaugurazione della mostra multimediale “L’inferno di Dante” in Villa Casati, e nel mentre sono ormai pienamente operativi gli uffici della Pubblica istruzione che dal 7 febbraio hanno trovato una nuova sede proprio in Villa Casati negli spazi un tempo occupati dalla Polizia Locale trasferita nel Polo della Sicurezza in Via Largo d’Acquisto; infatti, l’indirizzo dei nuovi uffici si trova in Via Mazzini 13.

“Lo spostamento della Pubblica Istruzione – ha commentato l’assessore alla Pubblica Istruzione Dania Peregoè il primo passo verso la creazione del Polo Culturale che vedrà prossimamente l’ampliamento della Biblioteca con fondi Regionali e successivamente la ristrutturazione dell’intera Villa Casati e, insieme agli uffici della Cultura e quelli istituzionali già presenti nella Villa, saranno il nucleo di un vero centro culturale e formativo con la possibilità di positive sinergie tra settori diversi a beneficio dei colognesi”.

“Questa decisione – ha aggiunto il Sindaco Angelo Rocchi – se da un lato conferma la centralità della Cultura nella nostra azione amministrativa come conferma l’imminente inizio della mostra su Dante Alighieri, dall’altro testimonia che ogni centesimo investito nella cultura non solo non è mai speso male ma, invece, è un importante tributo per tutti, soprattutto per le future generazioni”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...