Campobasso, Alessia Sacchetti presenta il suo primo romanzo

25 novembre

Campobasso, Alessia Sacchetti presenta il suo primo romanzo.

Venerdì 25 novembre, alle ore 18.00, al Circolo Sannitico di Campobasso, la scrittrice Alessia Sacchetti presenterà al pubblico il suo primo romanzo, “Prima che sia tardi“, pubblicato per Varianti, la collana di narrativa di Morellini, già disponibile dal 30 settembre nelle librerie fisiche e digitali.

Prima che sia tardi” è il racconto di una gravidanza inaspettata e della delicata scelta che ne consegue: la decisione di interromperla. A dialogare con l’autrice ci sarà la giornalista Sabrina Varriano. L’evento rientra nel calendario degli appuntamenti di “Novembre in Città“, elaborato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso.

Con compostezza e lucidità, il romanzo di Alessia Sacchetti racconta la corsa contro il tempo di Marco architetto milanese e di Rossana giornalista, e di tutte le implicazioni che la scelta dell’aborto comporta.

Innanzitutto, quelle relazionali, il senso di colpa dei protagonisti verso un mondo che non sempre comprende e accetta le ragioni di questa scelta. Quelle amministrative di un sistema sanitario che dovrebbe garantire quello che è un diritto stabilito dalla legge, ma invece si nasconde dietro estenuanti trafile burocratiche e rimandi di responsabilità. Infine, quelle di coppia con Marco, alle prese anche con un rapporto conflittuale con il proprio padre, e Rossana, affetta dalla sindrome di Tourette, alla ricerca di un nuovo equilibrio.

Prima che sia tardisi presenta come un romanzo dai temi forti che racconta una storia dura, ma priva di retorica. L’autrice Alessia Sacchetti è nata e vive a Milano. Durante gli anni universitari recita e scrive testi per il teatro. Dopo la laurea si occupa di comunicazione per il mondo no profit. Oggi gestisce progetti di sensibilizzazione su sostenibilità, diritti e inclusione sociale per una ONG internazionale.

Campobasso, Alessia Sacchetti presenta il suo primo romanzo

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...