Brescia, terzo appuntamento con “Mo.Ca Suona sotto le stelle”

Brescia, Lunedì 3 agosto alle 21, nel cortile di Mo.Ca – Centro per le nuove culture in via Moretto 78, è in programma il terzo appuntamento di “Mo.Ca. Suona sotto le stelle”, la rassegna musicale inserita nel palinsesto di “Brescia d’estate – emozioni dal vivo”, organizzato dal Comune di Brescia per l’estate in città.

Sul palco saliranno tre fra i musicisti bresciani più conosciuti a livello nazionale e all’estero, Daniele Richiedei al violino, Fausto Beccalossi alla fisarmonica e Giulio Corini al contrabbasso, che proporranno un percorso con variazioni dalla musica etnica al folk, dal tango argentino alla tradizione popolare francese, con escursioni nel jazz.

Daniele Richiedei è uno di quei rari talenti che si esprimono con coerenza e personalità tanto nella musica classica, quanto nella contemporanea, nel jazz e nella musica popolare. Ha cominciato a suonare il violino da bambino nel gruppo folk dei Sonadùr di Bagolino. Laureato in violino classico e in violino jazz, si è perfezionato frequentando masterclass in Italia e all’estero. Si è esibito in alcuni fra i più importanti club, teatri e festival d’Italia, e in Svizzera, Austria, Germania, Regno Unito, India, Oman, USA, con artisti di grande talento: Sentieri Selvaggi, Ensemble del Teatro Grande, Orchestra del Teatro Regio di Parma, Orchestra Festival Pianistico Internazionale Michelangeli, Marc Ribot, Mary Halvorson, Jamaladeen Tacuma, Salvatore Quaranta, Luca Ranieri. Ha pubblicato gli album Northern Lights (ASimpleLunch, 2018) Camera Oscura (FreeCom, 2014), Mimì (Fritz Records, 2017), e, in qualità di camerista, Margola Chamber Music (Brilliant, 2019).

Ha curato il libro “Storie da Suonatori – La tradizione musicale del Carnevale di Bagolino” e “Ponte Caffaro” (LiberE dizioni, 2018).
Fausto Beccalossi è considerato uno dei massimi specialisti in campo internazionale della fisarmonica cromatica di stile classico. Ha collaborato con alcuni tra i più importanti musicisti di jazz italiani e internazionali, tra cui Enrico Rava, Kenny Wheeler, Sandro Gibellini, Gabriele Mirabassi, Enzo Pietropaoli, Paolo Fresu, Mauro Negri, Maria Pia De Vito, Gianluigi Trovesi, Simone Guiducci, Franca Masu, Lito Epumer, nonché con il pianista cubano Gonzalo Rubalcaba. Da quasi quindici anni è componente dell’ensemble che accompagna in tour il chitarrista americano Al Di Meola, a fianco del quale ha tenuto concerti in tutto il mondo. Nel 2013 ha pubblicato My time, album per sola fisarmonica.
Giulio Corini, diplomato in contrabbasso al C.P.M. di Milano sotto la guida di Dino D’Autorio e Attilio Zanchi, è considerato tra i più interessanti improvvisatori della nuova scena jazzistica italiana. Da anni collabora con i grandi nomi del jazz internazionale, da Enrico Rava a John Abercrombie, da Francesco Bearzatti a Stefano Battaglia, Ralph Alessi, Jim Snidero, Sandro Gibellini, Tino Tracanna, Bebo Ferra, Garrison Fewell, Harris Eisenstadt e Simone Guiducci, solo per citarne alcuni. Dal 2005 dirige il progetto di ricerca musicale Libero Motu con il quale ha pubblicato tre dischi per l’etichetta El Gallo Rojo. Malgrado la giovane età, la sua discografia conta già più di trenta titoli. Da anni svolge un’intensa attività didattica, in città e a Milano.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...