Brescia, ritrovo al Castello per il Festival dei Sapori 2020 e la filosofia dello SlowFood

Brescia, Con la Condotta cittadina, Bassa Bresciana e Oglio Franciacorta Lago d’Iseo (OFLI) collaborano alla realizzazione del programma della manifestazione che quest’anno si tiene in Castello.

Tutti i pomeriggi alle 16 i laboratori dal titolo “Il gusto di mangiare insieme” che Slow Food Brescia e Bassa Bresciana hanno pensato per le famiglie ed in particolare per i bambini, in modo che siano, insieme, informativi educativi e piacevoli, guidati sempre da educatori, nutrizionisti e cuochi, con la partecipazione di produttori e trasformatori.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

In rilievo l’appuntamento di mercoledì 2 per il ciclo “Un territorio tanti sapori La Franciacorta”, in cui la Condotta OFLI presenta “I Salumi naturali: la potenzialità innovativa della tradizione”, un incontro con la neonata Comunità dei salumi naturali e tradizionali OFLI che è anche un laboratorio con la degustazione dei salumi abbinati al Franciacorta DOCG. Attraverso uno dei prodotti più toccati dalla deriva industriale della produzione di cibo, è un’occasione per parlare di sapienza gastronomica, di salute, di ambiente, di stili di vita, di sostenibilità, di turismo gastronomico, di economia circolare.

Da segnalare anche l’appuntamento serale (ore 21:00) di venerdì 4 “Ruralopoli, birra e pizza con grano evolutivo in collaborazione con Bistrot La Curtense”. È una tappa del progetto in corso di realizzazione dal titolo “costruendo Ruralopoli”, che tra l’altro gode del patrocinio del Comune di Brescia, che si è posto l’obiettivo della costruzione di una CSA (comunità di supporto all’agricoltura) bresciana, attraverso la sensibilizzazione dei cittadini e la formazione di una consapevolezza capace di condurre alla convinzione che è importante la condivisione dell’attività agricola sostenibile tra i produttori e i consumatori consapevoli (co-produttori), con il coinvolgimento del territorio.
Ripartiamo dalla terra, ripartiamo da chi produce il nostro cibo rispettando la natura e la nostra salute, è un po’ il senso complessivo dell’impegno e della partecipazione di Slow Food nel Festival.

Il ricavato è stato devoluto in beneficenza al fine di sostenere 10 orti africani.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...