Brescia, minicamp dedicato alla scoperta del cielo, in occasione della pausa scolastica per il referendum

Brescia, 11 settembre 2020 – Termina oggi la settima edizione dei Summer Camp 2020. Un’edizione molto speciale che si è svolta in un momento critico per la vita di tutti e in particolare della nostra città. Si chiude con un bilancio positivo e con la soddisfazione e la consapevolezza di aver dato un sostegno e un aiuto importante alle famiglie nella difficile ripresa post lockdown.

Una straordinaria novità attende i cittadini bresciani nell’imminente periodo di sospensione delle attività scolastiche legate alle elezioni. Forti del successo dei Summer Camp estivi e vista la prossimità della pausa elettorale che nel solo comune di Brescia coinvolge una trentina di scuole, Fondazione Brescia Musei ha deciso di realizzare, in via straordinaria, un mini camp nei due giorni in cui le scuole saranno chiuse per ospitare i seggi elettorali. Il Wonder Camp si svolge nelle medesime modalità dei Summer camp ma limitatamente ai giorni del 21 e 22 settembre con un programma straordinario dedicato alla scoperta del cielo e allo sconfinamento dei limiti terrestri con meravigliose storie del cielo sopra di noi. Le iscrizioni sono già aperte.

Il direttore di Fondazione Brescia Musei, Stefano Karadjov commenta: «L’esperienza dei Summer camp rafforza il ruolo della Fondazione a sostegno del welfare e a fianco di tutte le famiglie bresciane, grazie ad un’offerta di continue occasioni di educazione al patrimonio culturale in forma ludica e didattica in coincidenza con le pause scolastiche. Testiamo per la prima volta, a mia conoscenza un caso unico a livello nazionale, questi Camp “elettorali” che consentiranno di fornire anche un sostegno alle tante famiglie i cui figli vivranno la sospensione delle attività scolastiche a causa del necessario espletamento delle procedure elettorali nei plessi scolastici ».

L’occasione è propizia anche per tirare un bilancio delle attività estive organizzare e promosse da Brescia Musei.

I Summer Camp 2020 hanno registrato un record di partecipazione: sono 730 i bambini e le bambine tra i 6 e i 12 anni (500 nell’edizione 2019) che hanno partecipato alle iniziative organizzate dai Servizi educativi di Fondazione Brescia Musei.
Tra i partecipanti, anche 50 bambini, ospitati in collaborazione con l’Associazione Bimbo chiama Bimbo, hanno potuto partecipare al Camp grazie al prezioso sostegno di Fondazione ASM che anche quest’anno ha rinnovato il progetto contro la povertà educativa “Tutti al museo!”, svolto insieme a Fondazione Brescia Musei.

Per rispondere positivamente alle numerose richieste pervenute, il Summer Camp 2020 è stato articolato per la prima volta su due sedi: il Museo di Santa Giulia e il Castello. Il servizio si è inoltre protratto per ben 13 settimane, dal 15 giugno all’11 settembre, con un orario esteso a tutta la giornata, dalle ore 8.30 alle 16.00.
I Summer Camp si sono svolti nella più totale adesione alle normative anti Covid e alle indicazioni dei comitati tecnico-scientifici istruiti dal Governo privilegiando le attività all’aperto nei chiostri, giardini e spazi verdi delle sedi museali coinvolte.

Grande soddisfazione espressa da Federica Novali, coordinatrice dei servizi educativi: «Quest’anno ho potuto apprezzare i Summer Camp nella doppia veste lavorativa e di genitore. Oltre al magico incontro con il mondo dell’arte che ogni anno proponiamo grazie alle attività creative che progettiamo con cura e passione con lo staff dei Servizi educativi, si è percepito il grande entusiasmo, la voglia di fare e di socializzare dei bambini, e questo per noi genitori è stato fonte di soddisfazione e di sollievo vederli tornare felici, ridere e scherzare dopo il lungo periodo di lockdown è il premio migliore per il nostro lavoro».


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...