Brescia, Fondo SOStieni Brescia per i titolari di attività

Brescia, La prossima settimana sarà l’ultima per presentare le domande dei contributi della seconda fase del Fondo SOStieni Brescia destinati ai titolari di attività commerciali di vendita al dettaglio non alimentare in sede fissa o ambulante, alberghi, bed & breakfast e strutture ricettive, bar, ristoranti e altri esercizi pubblici, agenzie di viaggio e tour operator.
Il termine ultimo è infatti fissato a lunedì 26 ottobre.
Per partecipare occorre essere aperti alla data del 23 febbraio 2020, avere sede operativa a Brescia e rientrare tra le attività che hanno dovuto chiudere nel periodo di lock-down.
Per capire se le loro attività possono essere ammesse, i richiedenti debbono controllare la classificazione Ateco prevalente. Per evitare di duplicare erogazioni, saranno escluse dal contributo le attività che hanno già beneficiato dei contributi del Fondo SOStieni Brescia nella fase 1. Coloro che hanno avuto benefici in termini di esenzioni Cosap per i plateatici esterni potranno fruire del contributo per la differenza.
La domanda potrà essere presentata in maniera completamente digitale: basterà compilare l’apposito modulo on line reperibile sulla Home Page del sito istituzionale del Comune di Brescia.

Occorrerà fornire semplicemente i dati identificativi del richiedente, l’attestazione di aver subito la chiusura dell’attività nel periodo di lock-down, il fatturato Iva 2018 (per le attività avviate nello scorso anno, varrà il volume d’affari del 2019; se questo dato non sarà disponibile da parte del richiedente sarà acquisito d’ufficio), le ricevute di pagamento di Tari e Icp e l’Iban del conto corrente su cui verrà fatto l’accredito.
Il contributo economico è determinato nella misura forfettaria massima di mille euro e comunque non superiore all’ammontare complessivo di Tari ed Icp versate nell’anno 2020.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...