fbpx
CAMBIA LINGUA

Bologna, nuovo incontro tra il presidente Bonaccini e le rappresentanze sindacali dello stabilimento di Crevalcore (Bo)

Un nuovo aggiornamento dopo il vertice di ieri a Roma al ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Bologna, nuovo incontro tra il presidente Bonaccini e le rappresentanze sindacali dello stabilimento di Crevalcore 

Massimo sostegno ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali finché non sarà trovata una soluzione positiva alla vertenza che coinvolge lo stabilimento Marelli di Crevalcore. A ribadirlo il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che questa mattina in Viale Aldo Moro a Bologna, ha nuovamente incontrato, insieme all’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, le rappresentanze sindacali dell’azienda: Massimo Mazzeo (Fim), Simone Selmi (Fiom), Giuseppe Di Stefano (Uilm) e Mariagrazia Vitello, Salvatore Parlato, Mimmo Lisi, Francesco Simeri e Sergio Manni delle Rsa.

Un aggiornamento alla luce del vertice di ieri a Roma al tavolo del ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Emilia-Romagna, nuovo incontro tra il presidente Bonaccini e le rappresentanze sindacali dello stabilimento di Crevalcore (Bo)

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

“L’incontro di oggi rappresenta un momento di aggiornamento importante della situazione, perché siamo in un passaggio cruciale. Da parte nostra- hanno ribadito Bonaccini e Colla– confermiamo e anzi rafforziamo la volontà della Regione Emilia-Romagna di restare al fianco dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali in questa vertenza. Il nostro obiettivo non cambia: evitare la cessazione della produzione, salvaguardare il sito produttivo e dare risposta a tutti i lavoratori. Finché non avremo certezza di questi risultati, la nostra attenzione sarà massima. Le proposte di acquisizione che sono in fase di valutazione rappresentano opportunità importanti: prevederebbero investimenti economici rilevanti e coerenti con quanto ci aspettiamo dal punto di vista dell’impatto sociale, risposte necessarie per confermare il livello di professionalità e competenza del sito di Crevalcore”.

Dunque, hanno proseguito Bonaccini e Colla, “prosegue serrato il confronto con la proprietà e con il Governo, affinché si possa arrivare il prima possibile a un risultato positivo”.

I tempi condivisi anche con il Governo prevedono che l’11 gennaio ci sia la presentazione dei nomi degli investitori e dei relativi piani industriali e a fine febbraio si arrivi al negoziato finale e alla scelta dell’acquirente.

La crisi dello stabilimento Marelli di Crevalcore arriva a cinque anni dal passaggio dell’azienda da Stellantis alla giapponese Calsonic Kansei, controllata dal fondo americano Kkr, avvenuto nel 2018. Il sito è oggi impegnato nella produzione di collettori di aspirazione aria e di pressofusi di alluminio, entrambi componenti essenziali per motori. I lavoratori coinvolti sono 229.

Emilia-Romagna, nuovo incontro tra il presidente Bonaccini e le rappresentanze sindacali dello stabilimento di Crevalcore (Bo)

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×