Beira e Trento, via alle iniziative comuni sul cambiamento climatico e la violenza di genere

I due sindaci, Albano Carige e Franco Ianeselli, hanno sottoscritto con il supporto del Cam (Consorzio associazioni con il Mozambico) un protocollo per dare continuità alle azioni intraprese e programmare nuove iniziative. Tra gli ambiti di collaborazione, l’inclusione sociale, i servizi pubblici e la cultura della pace.

Beira e Trento, via alle iniziative comuni sul cambiamento climatico e la violenza di genere.

Il sindaco di Beira Albano Carige e il sindaco di Trento Franco Ianeselli hanno sottoscritto un protocollo d’intesa (in portoghese: memorando de entendimento) che impegna le due municipalità “a stabilire e rafforzare rapporti di interscambio nei numerosi campi di mutuo interesse”, soprattutto quelli riguardanti “la gestione dei servizi pubblici urbani e il sostegno all’innovazione”, con particolare attenzione a tematiche di grande attualità in entrambi i contesti: per esempio il cambiamento climatico, l’inclusione sociale, la sicurezza, la violenza di genere, la formazione e la promozione della cultura della pace.

Il Comune di Trento sostiene da anni, anche tramite l’assegnazione di contributi economici, il programma di cooperazione comunitaria “Trentino in Mozambico”. In particolare, Trento e Beira, città della provincia di Sofala, sono parte attiva nel promuovere numerose azioni di cooperazione. Tra queste, la riqualificazione urbana della zona rurale di Caia (sempre nella provincia di Sofala), la costruzione della Escola de Agraria de Murraca, la realizzazione del Novo Mercado de Caia, il progetto di riqualificazione del Mercado do Maquiino a Beira.

Il protocollo firmato dai due sindaci promuove il rafforzamento del partenariato a lungo termine per dare continuità alle azioni intraprese e programmare nuove iniziative. Gli obiettivi e contenuti del protocollo d’intesa sono stati discussi e condivisi in un incontro avvenuto in videoconferenza lo scorso 12 maggio tra il sindaco di Trento e il sindaco di Beira con il supporto del Cam, il Consorzio associazioni con il Mozambico. Redatto in italiano e in portoghese, il protocollo d’intesa ha validità 5 anni con possibilità di rinnovo.

La sottoscrizione del protocollo si inserisce nella lunga storia di amicizia tra il Trentino e la provincia di Sofala, in Mozambico, amicizia favorita e alimentata dal Cam, che da oltre vent’anni promuove la cooperazione con il paese africano uscito all’inizio degli anni Novanta da una guerra civile sanguinosa (è stata lo scorso 4 ottobre la festa per il trentesimo anniversario dell’accordo di pace di Roma).

Il Consorzio associazioni con il Mozambico ha avviato numerosi progetti sia nella provincia di Sofala che in Trentino, sensibilizzando e coinvolgendo al tempo stesso altri attori. Tra questi, la Provincia autonoma, attiva nella cooperazione bilaterale nei settori dello sviluppo rurale, dell’educazione, della promozione della salute, della pianificazione territoriale, della gestione urbana, dell’accesso al credito. Risale al 2016 la cooperazione diretta con il Comune di Beira, la seconda più importante città del Paese, nelle politiche della gestione dei rifiuti.

Beira e Trento, via alle iniziative comuni sul cambiamento climatico e la violenza di genere

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...