fbpx
CAMBIA LINGUA

Bari, presentata la XIV edizione del premio “Mimmo Bucci”

la finale il 3 febbraio al Teatro Petruzzelli

Bari, presentata la XIV edizione del premio “Mimmo Bucci”

Si è svolta questa mattina, nella sala giunta di Palazzo di Città, la conferenza stampa di presentazione della XIV edizione del premio “Mimmo Bucci, Festival nazionale della musica emergente”. L’iniziativa, nata per ricordare Mimmo Bucci, il frontman del gruppo “La combriccola di Vasco” travolto e ucciso da una moto pirata sul lungomare di Bari la notte del 15 maggio 2007, intende dar voce a giovani musicisti e, allo stesso tempo, offrire loro un’occasione per emergere nel panorama musicale.

La serata conclusiva del Festival si terrà sabato 3 febbraio alle ore 20 presso il Teatro Petruzzelli di Bari. All’incontro di oggi con la stampa sono intervenuti l’assessora alle Culture Ines Pierucci, il direttore artistico dell’evento Antonello Vannucci, Antonio Bucci, padre di Mimmo, e Mauro Pulpito, che condurrà la serata assieme alla giornalista e speaker di RadioNorba Stefania Losito.

Bari, presentata la XIV edizione del premio "Mimmo Bucci"

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I finalisti della XIV edizione sono:

· AliC’è ” Le chiavi di casa”

· Davide Pepe “L’amore lievita”

· Denny Music “Polvere e nuvole”

· Giorgia Quaranta “Oltre”

· Tacita Musa “Forbici”

· Teo Pignataro “Ti scrivo una canzone”

“Siamo molto felici di ospitare la conferenza stampa di presentazione della quattordicesima edizione del premio “Mimmo Bucci”, una manifestazione che ormai è parte del patrimonio culturale identitario della nostra città, nel segno della musica come occasione di crescita professionale e di riscatto – ha affermato Ines Pierucci -. Quella di Mimmo Bucci è una famiglia straordinariamente generosa, che ha saputo trasformare una grande perdita in un’occasione per dare a tante ragazze e tanti ragazzi di talento un’opportunità per trovare nella musica la propria strada e il proprio futuro. Ed è davvero il modo migliore per seguire l’esempio di Mimmo, che aveva nel suo carattere, come non manca di sottolineare chi lo conosceva bene, questa grande generosità e voglia di sostenere gli altri, a partire dalle nuove generazioni. È importante, quindi, che manifestazioni come questa contribuiscano a creare sempre più occasioni di valorizzazione e di crescita professionale, obiettivi che, in questi anni, abbiamo perseguito nella nostra azione amministrativa nei settori della musica e dello spettacolo. Ringrazio quindi, anche a nome del sindaco Antonio Decaro, la famiglia Bucci e tutte le persone che credono in questo premio e che, anno dopo anno, lavorano per renderlo sempre più bello e importante, nel nome e nel ricordo di Mimmo.”

“Negli anni questo premio è cresciuto sempre più e ormai si contraddistingue per una qualità davvero alta dell’offerta musicale – ha affermato Antonello Vannucci -. Un momento importante di questa edizione sarà quello del dialogo con la giornalista Monica Sbisà, l’ultima a intervistare Mimmo. Proprio da quell’articolo nacque l’idea del premio: in quell’occasione, infatti, Mimmo parlava della sua idea di creare un’associazione no profit per sostenere gli artisti del territorio. L’impegno della famiglia di Mimmo parte quindi anche da quell’intervista che rievocheremo. Mimmo era davvero un figlio del quartiere Libertà, tutti lo conoscevano e tutti gli volevano bene. E per lui la musica e la cultura significavano, prima di tutto, inclusione: per questo proseguiamo anche quest’anno con la nostra idea di un prezzo del biglietto molto popolare per la serata al Petruzzelli, grazie al supporto del Comune di Bari, della Regione Puglia, della fondazione Petruzzelli, del Teatro Pubblico Pugliese e di tutti gli altri partner. Da questo premio sono passati nomi importanti del nostro panorama musicale, come Gaetano De Caro, Maninni e altri: ciò vuol dire che Bari ha grandissime potenzialità. Noi vogliamo essere un volano per questi talenti: il merito è tutto loro, spiccano il volo perché sono bravi. Quello che possiamo fare noi, e che continueremo a fare, è offrire loro un’opportunità e un palcoscenico come quello del Petruzzelli”.

“Io e mia moglie Francesca ringraziamo tutte le istituzioni e tutte le persone, una squadra davvero straordinaria, che anche quest’anno sostengono il premio dedicato a nostro figlio Mimmo – ha dichiarato Antonio Bucci -. Siamo ormai alla quattordicesima edizione di questa manifestazione che sta crescendo sempre più, e di questo siamo molto contenti. La qualità dei partecipanti è stata così alta che quest’anno la giuria ha avuto un po’ di difficoltà nello scegliere i finalisti e ha dovuto lasciare fuori alcuni pezzi che erano assolutamente in grado di giocarsi la finale sul palco prestigioso del Petruzzelli. Siamo felici, in particolare, perché questo premio rappresenta sempre più un’opportunità importante per i giovani talenti della musica. Di questo Mimmo sarebbe stato molto orgoglioso, perché era quel che cercava sempre di fare anche lui: aiutare tutti gli altri giovani musicisti ad avere opportunità, spazi, serate per esibirsi”.

“La presenza di Mimmo, della sua generosità e della sua umanità, si avverte sempre in modo molto forte, e questo è davvero incredibile – ha concluso Mauro Pulpito -. Anni fa, in un ricordo di Mimmo, l’ho chiamato il mio più grande amico che non ho conosciuto e credo che questo sia sempre più vero per molte persone. Per questa edizione abbiamo un’offerta musicale che si conferma di sempre maggiore qualità, e anche tanti ospiti importanti, come Gaetano De Caro e i comici Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli. Sono, quindi, molto felice di presentare con Stefania Losito questa serata per poter dare il nostro contributo a questo premio a cui tutte e tutti teniamo davvero molto, e che abbiamo il dovere e l’onore di continuare a portare avanti. Il premio sta diventando sempre più un riferimento nel campo musicale e arrivare in finale conta sempre di più. L’appuntamento per tutte e tutti è dunque al Petruzzelli, per la serata finale del 3 febbraio”.

Diversi gli ospiti che si alterneranno durante il corso della serata. Ad aprire la kermesse sarà la compagnia teatrale e di danza “Attore Matto”, poi sarà il momento del dialogo con la giornalista Monica Sbisà.

Durante la serata, Antonello Vannucci svestirà i panni di direttore artistico per indossare quelli di “musicomico”. E come da tradizione, non mancheranno ospiti importanti. Tra loro, il primo sarà un cantante ormai di casa nella manifestazione dedicata a Mimmo Bucci, cui ha partecipato posizionandosi tra i primi tre classificati: parliamo di Gaetano De Caro, che ha preso parte all’ultima edizione di X-factor. Inoltre, arricchirà la kermesse la partecipazione di un duo comico storico, quello formato da Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli.

L’evento, organizzato da Smart x Mimmo Bucci è patrocinato da: Comune di Bari, Regione Puglia, Fondazione Teatro Petruzzelli, Teatro Pubblico Pugliese, Consorzio Regionale per le arti e la Cultura, con la collaborazione di Social Podcasting-your digital friends, Associazione Culturale ECHO events e di Mediterranea TV.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×