“Alzati dalle rovine”: Chengjin Fu, tra Land Art e Musica

Dal 20 giugno 2021 ha avuto inizio la diffusione delle nuove opere “Ruins” e “Gift from angel” di Fu Chengjin, artista cinese nota nell’ambito della land art e della musica.

Le rovine possono a volte infondere tristezza, altre serenità. Nell’evento si è creata una atmosfera coinvolgente, con un tramonto rosso, piccioni che danzavano e la melodiosa musica del pianoforte. 

“Ruins” è la seconda parte della trilogia di performance artistica e musicale di Chengjin Fu. Nel suo discorso di apertura ha detto: “Le rovine sono il mio posto di lavoro più ampio e più libero, e rappresentano anche la mia strada che va da un ambito più ristretto ad uno più vasto e anche indicano il processo dall’essere alla leggerezza dell’essere… Mi piace cercare la luce nell’oscurità, nel buio, nell’acqua fangosa: la mia anima vaga tra le rovine come un selvaggio. Nelle rovine mi sento di non essere solo una artista, ma una polvere nell’Universo, una vecchia tavola di legno, una piastrella, un’anima in sintonia con il suono”. 

La musica infonde speranza e sublimazione dell’anima. Bisogna uscire dal proprio mondo, dalle frustrazioni, dalla decadenza per aprirsi a più ampi orizzonti.

L’opera “Gift from angel“ è l’ultima della serie “Desert” e “Ruins”. Nella musica di “Grace” si riuniscono piccoli angeli provenienti da tutto il mondo. Bolle artificiali creano un arcobaleno da sogno con una atmosfera suggestiva che unisce classicismo e contemporaneità.

Chengjin Fu

ha viaggiato tra la Cina e gli Stati Uniti e la sua serie di spettacoli ed esibizioni di Earth Music ha riscosso grande successo sia in patria sia all’estero.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...