A Villa Santo Stefano premiata la bella poesia sotto le stelle in memoria di Franco Petrilli

Si è conclusa domenica 11 settembre nella splendida cornice dell’incompiuta di San Pietro a Villa Santo Stefano, Frosinone, la prima edizione del concorso letterario nazionale poesia sotto le stelle “Memorial Franco Petrilli” promosso dalla pro loco Villa Santo Stefano in collaborazione con il comune di Villa Santo Stefano, Leggere Tutti, Le Ragunanze, la rivista letteraria Zi Lorenzo di Roma e l’associazione culturale Rachuelo. Il concorso, volto a ricordare Franco Petrilli, insegnante del territorio, uomo politico impegnato nel sociale e nella cultura, scomparso nel 2019, ha visto la partecipazione di numerosi scrittori e poeti provenienti da diverse regioni d’Italia. Il concorso prevedeva due sezioni: lingua italiana e dialettale. La Giuria era presieduta da Fiorella Cappelli, giornalista, scrittrice, responsabile della promozione della rivista Leggere Tutti, e composta da: Michela Zanarella, giornalista, scrittrice, presidente dell’associazione Le Ragunanze, Maria Teresa Planera, professoressa e scrittrice, Federica Petrilli, architetto, figlia di Franco Petrilli, Rolando Galluzzi, scrittore e direttore della rivista San Lorenzo di Roma “Zi Lorenzo” e Rosella De Salvia, scrittrice, organizzatrice di eventi, presidente dell’associazione Rachuelo  e Pro Loco San Lorenzo. La cerimonia si è aperta con i saluti  del sindaco di Villa Santo Stefano, Giovanni Iorio e a seguire un intervento di Marina Bonomo, Presidente della Pro Loco. Nella sezione poesia in lingua italiana sul podio prima classificata Rosanna Minei con la poesia “Un abbraccio”, secondo classificato Ernesto Mastropietro con la poesia “Lucciole innocenti”, terza classificata Francesca Liani con la poesia “Fluendo”. Nella sezione poesia dialettale sul podio al primo posto Ernesto Mastropietro con la poesia “La vicchietta”, secondo classificato Gianfranco Cervini con la poesia “Caccia al gallo”, al terzo posto tre poesie parimerito: “Nonna Titta” di Sara Mstrogiacomo, “Asono” di Federico Galterio, “A ti poeta” di Giuseppe Giorgettini, che si aggiudica anche una menzione speciale da parte della famiglia Petrilli. Alcuni componenti della giuria sono giunti in mattinata e si sono lasciati accompagnare alla scoperta degli angoli più suggestivi del paese dallo storico locale Ernesto Petrilli. Cultura, poesia, ma anche valorizzazione del territorio quindi per portare le tradizioni e la bellezza dei luoghi oltre confine.

 

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...