fbpx
CAMBIA LINGUA

A Castrolibero insediata la Commissione per il Capitale Naturale: il primo esempio in Italia

Si valuterà tramite gli indicatori stabili, la sostenibilità e la qualità della vita nel Borgo.

A Castrolibero insediata la Commissione per il Capitale Naturale: il primo esempio in Italia.

Cosenza, si è insediata ufficialmente nel Comune di Castrolibero in data 2 ottobre 2023 l’innovava Commissione Speciale per il Capitale Naturale. Previa convocazione dei componenti della Commissione speciale, Pandolfi Teresa, Gatto Gianfranco, Misasi Giovanni, Pontieri Maria Teresa, Costabile Pasquale, nomina con delibera del Consiglio Comunale n. 44 del 28-07-2023, si è svolta, in data 2 ottobre 2023 alle ore 18.00 presso la Sede Municipale di Castrolibero, la prima riunione alla presenza del Sindaco Orlandino Greco, che si è conclusa con la nomina del Presidente della Commissione dott. Giovanni Misasi e della Vicepresidente, dott.ssa Teresa Pandolfi.

Il Capitale Naturale, concetto introdotto nella legge n. 221 del 28 dicembre 2015, rappresenta una risorsa fondamentale per la sostenibilità e la qualità della vita. Il termine è utilizzato per descrivere elementi naturali da cui derivano benefici significavi, detti “servizi ecosistemici”. L’impegno della Commissione speciale consisterà nella costruzione di un modello che mira a massimizzare il Capitale Naturale nell’organizzazione di un insediamento al momento dell’attuazione della pianificazione urbana, con l’obiettivo di misurare attraverso indicatori fisici, geometrici e vegetazionali, le prestazioni del verde urbano per la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi. Si valuterà tramite gli indicatori stabili, la sostenibilità e la qualità della vita nel Borgo, al fine di migliorare il contesto e l’impatto ambientale locale che è fondamentale per sostenere il benessere della comunità, valutando l’implementazione delle Nature-based solutions (NBS) e adottando, come strumento metodologico, l’approccio degli ecosystem services che, secondo la definizione data dalla Valutazione degli Ecosistemi del Millennio (MEA), sono i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al genere umano.

La sostenibilità ambientale e lo sviluppo ecosostenibile per il benessere della comunità dovrà essere basato inoltre sul Principio DNSH (Do No Significant Harm: Non arrecare un danno significavo), nel senso che ogni attività nel borgo non dovrà arrecare danno alla salute degli abitanti, alla protezione e al ripristino della biodiversità e degli ecosistemi, alla prevenzione e alla riduzione dell’inquinamento, all’economia circolare. Il Comune di Castrolibero , inserito all’interno della rete del Progetto Borgo del Benessere, è il primo Comune a livello nazionale ad aver istituito l’innovava Commissione Speciale per il Capitale Naturale.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Castrolibero

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×