A Cagliari la prima edizione di GravitasFest

Sabato 17 e domenica 18 settembre

A Cagliari la prima edizione di GravitasFest.

È ricaduta sul Centro comunale d’arte e cultura “Il ghetto” di Cagliari la scelta di accogliere l’edizione numero uno di GravitasFest, “il primo festival al confine tra fisica e filosofia della scienza”. Nato dall’urgenza di raccontarne i progressi e le sfide future attraverso una visione unitaria del sapere, con ingresso libero e gratuito, sabato 17 e domenica 18 settembre saprà offrire l’occasione di scoprire qualcosa in più del mondo che ci circonda.

Ne sono sicuri gli organizzatori della sezione cagliaritana dell’Infn – Istituto nazionale di fisica nucleare. Patrocinato dal Comune e dalla Città metropolitana di Cagliari, la prima edizione del festival tratterà il tema “oltre il senso comune”. Il programma sarà ricco e variegato. Si discuterà di storia della scienza e della sua evoluzione nei secoli, di buchi neri e onde gravitazionali, di vita fuori dalla Terra con o senza gravità, di teletrasporto quantistico, di materia ed energia oscura, del rapporto tra scienza e filosofia e tra scienza e industria culturale, di gravità quantistica, di filosofia del digitale, di nuove scienze e di molto altro ancora. 

Tanto spazio sarà dedicato per laboratori e spettacoli divulgativi. Il festival offrirà anche uno spaccato sulla ricerca di punta nel campo della fisica in Sardegna. Si parlerà dei grandi iniziative scientifici sul territorio, del “Sardinia radio telescope” di San Basilio, del progetto “Aria” nelle miniere di Seruci per la distillazione del gas argon, elemento fondamentale per la ricerca della materia oscura con l’esperimento DarkSide ai laboratori nazionali del Gran Sasso, del futuro rivelatore di onde gravitazionali “Einstein telescope”, che potrebbe essere ospitato in Sardegna.

Marina_Adamo__GravitasFestival_d4

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...