Rapiti tre italiani in Mali: sono una coppia con il figlio

Rapiti tre italiani in Mali: sono una coppia con il figlio. Con loro un cittadino togolese.

Rapiti tre italiani in Mali: sono una coppia con il figlio. Con loro un cittadino togolese.

Sono ore di apprensione quelle vissute in Brianza, in particolare a Triuggio e a Lissone dove vivevano i Langone, la famiglia originaria di Potenza, che da alcuni mesi si era trasferita in Mali e che sarebbero stati rapiti nei giorni scorsi. Rocco Langone 64 anni, la moglie Maria Donata Caivano 63, avevano scelto la Brianza e vivevano da anni a Triuggio, mentre il figlio, Giovanni, 42 anni, che abitava a Lissone, si era trasferito in Africa.

Un altro figlio vive invece nel lecchese. La famiglia, che fa parte dei Testimoni di Geova era molto conosciuta in Brianza perché si dedicava a molte attività umanitarie. Secondo le fonti della Farnesina sarebbero stati degli uomini armati, lo scorso 19 maggio, nella zona di Sincina  a 100 km dal Burkina Fasu a rapire la famiglia e con loro un uomo del Togo.

Il ministero degli Esteri ha comunicato che l’unità di crisi è al lavoro per le verifiche e gli accertamenti sul rapimento e che il ministro Di Maio si sta interessando della vicenda in prima persona e ha chiesto ai familiari il più stretto riserbo.Numerosi i messaggi di solidarietà sia dal comune di Ruoti, di cui era originaria la famiglia, sia da Triuggio dove il sindaco ha espresso vicinanza ai familiari in zona. Secondo alcuni conoscenti sia Rocco che la moglie erano felici della loro scelta di trasferirsi.

Rapiti italiani Mali

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...