Cremona, Resoconto sintetico del Consiglio Comunale del 30 novembre 2020

Cremona, come avvenuto per le sedute svoltesi nelle scorse settimane, la seduta del Consiglio Comunale, come da disposizioni vigenti, si è tenuta con modalità da remoto. In aula erano presenti solo il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Carletti, il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo e, per la segreteria dell’Ufficio Consiglio, il responsabile Mariano Venturini e le addette Paola Dolara e Mara Biazzi. Sindaco, Assessori e consiglieri comunali erano tutti collegati in videoconferenza.

Interrogazione presentata in data 10 novembre 2020 dal capogruppo del Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Luca Nolli sui passaggi a livello cremonesi.

Premesso che:
dalle dichiarazioni del Sindaco degli ultimi giorni si evince che il completamento del raddoppio della tratta ferroviaria tra Mantova e Milano comporterà il “superamento” di diversi passaggi a livello nel territorio comunale;
il passaggio a livello di via Picenengo che consentiva l’unione tra via Milano e via Sesto è già stato “superato” con la semplice chiusura dello stesso;
il raddoppio ferroviario porterà indubbi vantaggi ai pendolari cremonesi ma la chiusura dei passaggi a livello comporterebbe notevoli criticità al traffico urbano.
Tutto ciò premesso si interroga il Sindaco, la Giunta e l’Assessore competente
1. Cosa si intende per “superamento dei passaggi a livello”? (chiusura o realizzazione sottopassi/sovrappassi)
2. Quali e quanti passaggi a livello saranno semplicemente chiusi?
3. E’ stato analizzato l’impatto che l’eventuale chiusura di tali passaggi a livello comporterebbe al traffico delle aree coinvolte?
4. E’ stato analizzato l’impatto che l’eventuale chiusura del passaggio a livello tra via Cavatigozzi e via Casanova porterebbe al Piano d’emergenza di quel quartiere, considerando che si occluderebbe un’importante via di fuga?

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

All’interrogazione ha risposto l’Assessore alla Mobilità sostenibile Simona Pasquali: Abbiamo contattato RFI relativamente al progetto di superamento dei passaggi a livello nella tratta Codogno-Mantova. Oggi dovrebbe esserci stato un incontro, tra RFI e Regione Lombardia, nel quale avrebbero dovuto presentare il progetto complessivo che si potrà visionare dopo questo passaggio. Regione Lombardia si farà carico, come da accordi, di coordinare gli incontri con gli enti locali. Ci è stato comunicato che la soluzione adottata per il superamento dei passaggi a livello sarà di tipo viabilistico e non di chiusura. Appena avremo informazioni più precise faremo tutti i passaggi del caso.

Il consigliere Luca Nolli ha preso atto della risposta ottenuta in attesa di futuri aggiornamenti.

Approvazione del Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2020-2022 e dell’elenco annuale dei lavori per l’anno 2020 modificato ed integrato – 5° provvedimento di variazione (art. 21 Decreto Legislativo n° 50/2016 – art. 5 Decreto Ministeriale n° 14/2018).

“Il 2021 sarà un anno importante per concretizzare interventi attesi da tempo. Grazie ai contributi regionali e anche alla tempestività con la quale il Settore Lavori Pubblici si è mosso, abbiamo le risorse per un intervento complessivo su via dell’Annona e risorse importanti per diversi interventi sulla tangenziale in via Eridano, via Zaist, in via Castelleone e in altri tratti. Sarà anche l’anno della progettazione della nuova scuola nel quartiere Po e di Palazzo Grasselli, in attesa degli esiti degli interventi emblematici maggiori di Fondazione Cariplo. In questa fase e nei prossimi mesi è fondamentale intercettare risorse, progetti e acquisire canali di finanziamento importanti finalizzati alla realizzazione di opere pubbliche strategiche”.
Con queste parole il Vice Sindaco Andrea Virgilio ha riassunto il quinto provvedimento di variazione del Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2020-2022, una modifica che si rende necessaria in quanto nel corrente esercizio finanziario si sono verificate diverse necessità di intervento.
Nello specifico, per quanto riguarda la messa messa in sicurezza dell’impalcato del Cavo Cerca nel tratto di via dell’Annona, il finanziamento per l’anno 2021 passa da 750.000,00 ad 1.500.000,00 Euro grazie al contributo regionale che il Comune di Cremona è riuscito ad ottenere. A questo si aggiungono per il 2022 altri 369.000,00 Euro, sempre derivanti da contributo regionale. Questo permetterà di intervenire su questa importante arteria cittadina che collega via Persico a via Mantova, nonché alla zona dove si trovano lo stadio e la sede del Polo Tecnologico.
Nel prossimo anno sono inoltre in programma interventi di messa in sicurezza della tangenziale urbana per il quale sono disponibili 2.000.000,00 Euro, anche in questo caso derivanti da uno specifico contributo regionale che il Comune di Cremona è riuscito ad ottenere.
Altra opera di rilievo è la realizzazione, sempre nel 2021, di un bacino di laminazione e canale scolmatore a difesa del quartiere S. Felice per il quale è stato intercettato un finanziamento regionale di 937.400,00 Euro.
Per quanto riguarda la costruzione del nuovo Polo dell’Infanzia Martiri della Libertà, per il 2021 lo stanziamento previsto è di 345.000,00 Euro derivante da alienazioni patrimoniali. In questo caso si metterà mano alla progettazione del nuovo edificio in quanto quello attuale non può essere in alcun modo riqualificato.
Altro passaggio importante riguarda il contributo regionale di 400.000,00 Euro in modo da rendere fruibile l’attracco lungo il Po per la stagione primaverile 2021. Il progetto, per un costo complessivo di 657.000,00 Euro, è inserito nel Piano delle Opere Pubbliche 2020/2022 e prevede la costruzione un attracco per le imbarcazioni adibite al trasporto di passeggeri per escursioni turistiche sul Po, così da incrementare lo sviluppo del turismo fluviale sul fiume e nel contempo rivitalizzare l’utilizzo della sponda prospiciente l’abitato di Cremona.

Terminata l’illustrazione da parte del Vice Sindaco, si è aperto il dibattito nel quale sono intervenuti i consiglieri Roberto Chiodelli (Lega – Lega Lombarda), Carlo Malvezzi (Forza Italia), Lapo Pasquetti (Sinistra per Cremona – Energia Civile), Roberto Poli (Partito Democratico), Alessandro Zagni (Lega – Lega Lombarda), Federico Fasani (Forza Italia), Stella Bellini (Partito Democratico), Luca Nolli (Movimento 5 Stelle), Alessandro Fanti (Lega – Lega Lombarda). Dopo la replica del Vice Sindaco Andrea Virgilio che ha risposto ad alcune domande e fatte alcune considerazioni di carattere politico, la delibera è stata posta in votazione e approvata con 21 voti a favore e 11 astenuti.

Integrazione del Regolamento generale per la gestione delle entrate comunali mediante introduzione dell’art. 10-ter “Dilazione di pagamento in regime di emergenza sanitaria Covid-19”.

Un’ulteriore dilazione della rateizzazione dei pagamenti dei tributi e altre entrate comunali che avrà efficacia sino al 31 dicembre 2021. Questo, in estrema sintesi, il contenuto del provvedimento illustrato dall’Assessore al Bilancio Maurizio Manzi. Per assicurare una maggiore tutela dei contribuenti che versano in situazioni di temporanea ed obiettiva difficoltà a seguito della situazione economica che si è determinata per l’emergenza sanitaria in corso, l’Amministrazione ha infatti proposto di integrare il Regolamento generale per la gestione delle entrate comunali introducendo uno scaglionamento del pagamento delle somme dovute ancora più flessibile rispetto a quello già previsto. Il vigente Regolamento generale per la gestione delle entrate comunali disciplina, all’art. 10-bis, la possibilità di dilazionare i debiti dei contribuenti che versano in situazioni di temporanea difficoltà, con un massimo di 72 rate mensili, scaglionate in relazione all’entità del debito, senza rilascio di garanzie e con applicazione di interessi al tasso legale vigente (attuale 0,05%) al momento del rilascio del beneficio.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...