Monza, partono i primi centri estivi

Monza, 10 giugno 2020. Centri estivi, lunedì si parte. Sono 18 i progetti approvati dal Comune che inizieranno la loro attività settimana prossima.
Un supporto concreto per i genitori che tornano al lavoro. La Giunta venerdì scorso aveva definito, con un’apposita delibera, le «linee guida» che hanno permesso ai centri estivi di organizzarsi per partire. «Le scuole sono state le prime a chiudere e saranno le ultime a riaprire – osserva il Sindaco Dario Allevi – perciò l’apertura dei centri estivi è di vitale importanza per tutti quei genitori che sono tornati al lavoro e hanno bisogno di un supporto concreto». A Monza l’offerta dei centri estivi è rivolta ai bambini dei nidi, delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie e secondarie della città. Le «summer school» si svolgeranno nelle sedi scolastiche, nei giardini pubblici e nel Parco di Monza, offrendo spazi all’aperto per le attività educative, sportive e di intrattenimento.
I progetti del Comune. Il Comune scende in campo in prima persona con due progetti: «In giardino sto bene» e «Pianeta in gioco». Il primo è rivolto ai bambini di 3 anni che frequentano i nidi comunali dove si svolgeranno le attività: «Cazzaniga» (via Debussy), «Cederna» (via Luca della Robbia), «Centro» (piazza Matteotti), «San Fruttuoso» (via Tazzoli), «Libertà» (via Bertacchi), «San Rocco» (via Sauro) e «Triante» (via Biancamano). I posti disponibili sono 70 e la tariffa fissa è di 100 euro (dal 15 al 30 giugno). «Pianeta in gioco» è rivolto ai bambini da 3 a 6 anni che frequentano la scuola dell’infanzia «Pianeta Azzurro». In questo caso i posti disponibili sono 55 e la tariffa fissa di iscrizione è sempre di 100 euro.
I progetti dei privati. Il percorso studiato dall’Amministrazione Comunale per la riapertura dei centri estivi prevede anche il contributo di realtà private – oratori, campus sportivi, attività educative e culturali – per la realizzazione di progetti educativi rivolti ai bambini della città. Ciascun progetto educativo è stato approvato dal Comune e trasmesso all’ATS Monza e Brianza.
 Le «summer school» finora autorizzate sono: «Summer Camp –  Baby College» (Baby College – via Ramazzotti, 28 – da 3 a 6 anni);
«Summer Camp –  Junior College» (Baby College – via Longhi, 3 – da 6 a 11 anni);
Centro estivo «San Biagio» (Parrocchia San Biagio – via Manara, 10 – da 3 a 6 anni),
«B- Camp Estate 2020» (Collegio Bianconi – via Torneamento, 5 – da 3 a 6 anni);
«E – State con noi» (Fondazione Opere Educative – Collegio Guastalla – viale Lombardia, 180 – da 3 a 11 anni);
«Idee per l’estate 2020» (Associazione Creda Onlus – Cascina Molini Asciutti – Parco di Monza – da 4 a 16 anni);
Centro Estivo «Umberto I 2020» (Scuola dell’infanzia Umberto I – vicolo Scuole, 2 – da 3 a 5 anni);
Centro Estivo «Sollievo Famiglie» (Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria – Scuola dell’infanzia Tonoli – via Lario, 45 – da 3 a 6 anni);
«Via Eva Segré per l’estate» (Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria – Villa Eva – via Eva Segré, 8 – da 6 a 14 anni);
Centro estivo cresimandi e adolescenti «San Gerardo» (Parrocchia San Gerardo al Corpo – via Cremona, 7 – da 6 a 17 anni);
Centro estivo «Marameo» (Società Midia – via E. da Monza, 7 – da 3 a 5 anni);
«Bau Campus 2020» (Centro cinofilo Bau House – via Mera, 13 – da 6 a 11 anni);
Centro estivo (GIS Milano SSD – via Pitagora, 12 – da 6 a 17 anni),
Centri estivi «Park Camp» (SSD Park Camp – Monza Camping – via per Biassono – Parco di Monza – da 6 a 14 anni);
«Summer Camp Multisport» (SSD Itksport – presso Istituto Maddalena di Canossa – viale Petrarca, 4 – da 6 a 11 anni);
«Summer Camp Multisport» (SSD Itksport presso Istituto Padre di Francia – viale della Taccona, 16 – da 6 a 11 anni).
Condizioni di sicurezza. Elementi centrali di tutte le iniziative dovranno essere il rapporto individuale fra educatore e bambino per i più piccoli e l’attività in piccoli gruppi per i più grandi, l’organizzazione degli spazi, privilegiando quelli esterni, e l’attenzione agli aspetti igienici e di sanificazione. Personale e bambini sopra i 3 anni dovranno indossare le mascherine e lavarsi spesso le mani, mantenendo le distanze, e tutti i servizi igienici e gli oggetti usati dovranno essere puliti accuratamente dopo l’uso. Il personale sarà formato per la prevenzione al Covid-19 e sulle misure di sicurezza da adottar

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...