Teatro Franco Parenti, via ai corsi

308

Un corso di recitazione riservato a studenti della materia e attori, uno sul pensiero positivo rivolto a tutti e infine uno per attori di teatro. Il Franco Parenti riparte anche con la stagione della formazione.Il 13 – 15 Settembre 2019 riprende La metamorfosi e il controllo, Laboratorio di recitazione cinematografica e direzione dell’attore condotto da Mirko Locatelli con la collaborazione di Giuditta Tarantelli. Sotto la guida del regista Mirko Locatelli, sarà possibile approfondire la delicata relazione che intercorre tra l’attore e chi lo dirige. Un viaggio che coinvolgerà il corpo, la memoria e l’istinto, in un processo di ricerca teso a sperimentare alcune tecniche non solo ereditate dai più famosi teorici del metodo, ma riconducibili ai risultati ottenuti negli ultimi trent’anni da un gruppo ristretto di registi nel mondo. Sarà un incontro con la messa in scena cinematografica e con il punto di vista del regista impegnato a rappresentare la vita stessa e presente dell’attore, in una lenta trasformazione del corpo fisico in corpo cinematografico: una metamorfosi che sovverte le regole di spazio e tempo e che consegna alla posterità immagini che divengono ripetibili all’infinito. Il 23 settembre fino al  9 Dicembre  si parte con La valigia delle emozioni Penso positivo! condotto da Ottavia Musini e Anita Brambilla. A cura di Associazione Pier Lombardo Diverse ricerche dimostrano come la maggior parte dei bambini in età prescolare e scolare possano attraversare momenti di grande stress emotivo che spesso risultano essere di difficile gestione. Il percorso è strutturato per sviluppare capacità sociali, utili al miglioramento delle risorse empatiche e di resilienza dei piccoli partecipanti. Un viaggio nelle emozioni che attraverso il gioco, l’immaginazione e la lettura, aiuta i bambini a portare in scena la loro creatività. Penso positivo! aiuta i bambini a sentirsi più sicuri, più felici e più capaci ad integrarsi in diversi contesti. I bambini più integrati da un punto di vista sociale ed emotivo hanno migliori risultati scolastici, hanno più fiducia in loro stessi, formano relazioni più stabili, si impegnano e portano a termine compiti che li mettono alla prova e sono più abili a comunicare in maniera efficace.Il corso è composto da 12 sessioni/incontri di 90 minuti ciascuno. Infine un corso per attori e per insegnare loro a portare il teatro a scuola. Crave. La Febbre del Palcoscenico lezioni di recitazione per non professionisti con Sara Bertelà dal 23 settembre al 9 dicembre 2019 12 incontri di 3 ore (36 ore totali) | il lunedì, dalle 10.00 alle 13.00 Crave è un termine inglese che descrive uno stato estremo di desiderio dell’anima e del corpo, è il bramare qualcosa, il volerlo con tutte le forze, l’urgenza che spinge all’azione. Se recitare è vivere in maniera vera all’interno di circostanze immaginarie – cioè condurre un’azione sul palcoscenico a partire da un impulso emotivo, senza intervento della ragione, senza il freno del giudizio, senza temere di mettere in gioco anche l’aspetto più autentico di sé. Informazioni www.teatrofrancoparenti.it


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...