fbpx
CAMBIA LINGUA

Pordenone: la Polizia sigla il progetto dell’Istrice per la rieducazione degli uomini maltrattanti

Il progetto prevede 10 incontri per 10/15 detenuti con reati di maltrattamento in famiglia e stalking.

Pordenone: la Polizia sigla il progetto dell’Istrice per la rieducazione degli uomini maltrattanti

Il Questore della Provincia di Pordenone il 21 marzo 2024 ha siglato la collaborazione con L’Istrice per la realizzazione del progetto IN-CON-TRI, con il fine di favorire la conoscenza della tematica della violenza, offrendo uno spazio di ascolto e confronto volto alla maturazione della consapevolezza della violenza agita e della propria responsabilità, contrastando il rischio di recidiva e monitorando indirettamente lo svolgimento della pena.

Il progetto di svolgerà presso la Casa Circondariale di Pordenone da giugno a novembre 2024 e trova il fondamento nel principio del “finalismo rieducativo della pena“, quale creazione dei presupposti necessari al reinserimento del condannato nella comunità, eliminando o riducendo il rischio che, una volta in libertà, possa commettere nuovi reati.

Il progetto accompagnerà 10/15 detenuti presso la Casa Circondariale di Pordenone con reati di maltrattamento in famiglia e stalking nel percorso di ascolto e cambiamento grazie al lavoro di due professionisti dell’Istrice che garantiranno colloqui individuali propedeutici e un percorso individuale di circa 10 incontri ciascuno.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il fine, inoltre, è quello di formare il personale della Polizia Penitenziaria e gli operatori penitenziari tra cui esperti ex art.80, educatori, altri operatori che entrano in contatto con i detenuti.
Coinvolti anche l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, il Comune di Pordenone, l’Azienda Sanitaria Friuli Occidentale ed il Centro Antiviolenza Voce Donna.

Pordenone: la Polizia sigla il progetto dell'Istrice per la rieducazione degli uomini maltrattanti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×