Le Br tornano nella Milano assassina del noir

208

E se a Milano tornasse il terrorismo degli anni 70? Un vero e proprio fantasma del passato quello che emerge dalle pagine della nuova fatica noir di Fabrizio Carcano, giornalista e scrittore lombardo che da anni si dedica al giallo con successo, dal titolo “Milano Assassina” (Ed. Mursia). E proprio venerdì 27 settembre: Carcano racconterà la Milano di un tempo e quella di oggi attraverso il suo personaggio, il vicequestore Ardigò, durante un Aperitivo letterario (alle 18,30 presso il Cristal Cafè con Fabrizio Carcano, e Terry Schiavo. Milano assassina è il ecimo romanzo noir di Fabrizio Carcano che vanta decine di ristampe, 17mila download per il suo primo giallo, Gli angeli di Lucifero, durante l’iniziativa «Milano legge giallo». La trama è avvincente e riporta all’atmosfera di quei tempi bui attraverso le vicende di due neo terroristi e del vicequestore Ardigò. Siamo a Dicembre 2018: da mesi ordigni esplodono davanti alle sedi dei partiti al governo, mentre inquietanti manifesti inneggianti al ritorno delle BR compaiono nelle periferie. Nei giorni in cui lo Stato italiano stringe il cerchio in Sud America intorno al latitante Cesare Battisti a Milano vengono misteriosamente freddati due irriducibili tornati dal passato degli anni di piombo, vecchi terroristi che custodivano inconfessabili segreti tra rimorsi e silenzi. Al capo della sezione Omicidi, il vicequestore Bruno Ardigò, tocca dipanare una complicata matassa di delitti che affondano le loro radici nell’odio politico dei primi anni Ottanta, tra attentati dimenticati e crimini passati sotto silenzio. Interessante la scrittura sempre avvincente e la cura nei particolari soprattutto la descrizione dei luoghi che tutti i milanesi e non solo potranno riconoscere.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...