Cagliari, presentata la collezione ritrovata di documenti e oggetti di Ottone Bacaredda

Resteranno esposti fino a giugno 2023 nella Sala Matrimoni del Palazzo Civico di via Roma

Cagliari, presentata la collezione ritrovata di documenti e oggetti di Ottone Bacaredda.

Resteranno esposti fino a giugno 2023 nella Sala Matrimoni del Palazzo Civico di via Roma, a Cagliari, i documenti e gli oggetti della collezione appartenente a Ottone Bacaredda, recentemente ritrovati.

Tra i materiali rinvenuti da una famiglia di discendenti di uno dei sindaci che più si sono adoperati per dare un nuovo volto alla città, spiccano una fascia tricolore con lo stemma Sabaudo, alcune raccolte di articoli di quotidiani e riviste, due diari e altri documenti di particolare interesse.

A presentare il materiale attualmente in possesso del Comune è stata l’Assessora alla Cultura, Maria Dolores Picciau, che questa mattina ha incontrato la stampa nella Sala del Retablo in Municipio.

«A conclusione degli eventi che hanno celebrato la figura di Ottone Bacaredda – il commento di Maria Dolores Picciau – è arrivata questa importante novità con il ritrovamento di materiale autentico appartenuto a quello che viene considerato il Sindaco per eccellenza. Oggetti e documenti sono stati acquisiti dalla famiglia di un pronipote di Bacaredda che vive a Genova e ora sono a disposizione del Comune. Dopo il prestito che ci è stato concesso fino a giugno, l’idea dell’Amministrazione è quella di acquisire le opere perché diventino patrimonio del Comune di Cagliari».

«E che sarebbero fondamentali – ha aggiunto la Presidente della Commissione Cultura, Enrica Anedda Endrich, intervenuta alla conferenza stampa – per la creazione di un museo della Città di Cagliari che consentirebbe ai cittadini di conoscere la loro storia e ai turisti di poter comprendere tutta la bellezza del capoluogo sardo».

comune cagliari

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...