Brescia, appuntamento con Librixia 2020, il domani è un libro aperto

Brescia, Prosegue mercoledì 30 settembre Librixia 2020, la Fiera del Libro di Brescia nata dalla collaborazione tra Comune di Brescia, Ancos circolo culturale di Confartigianato Brescia e Bcc Agrobresciano, con l’intento di promuovere la cultura e la lettura. Nove giorni di presentazioni e dibattiti per un programma di qualità, in sicurezza e nel rispetto di tutte le normative anticovid.

Alle 11 (area meeting piazza Vittoria) Giuseppe Gorruso presenterà “Vita maledetta di un giocatore d’azzardo” con Viviana Beccalossi e Gian Antonio Girelli. Un momento d’incontro per affrontare insieme, guidati dalle parole del romanzo di Gorruso, il problema della ludopatia. Riconosciuta vera e propria patologia, colpisce sempre più persone, molte di queste sono persone già fragili, isolate, spesso anziane. Come affrontarla? Come riconoscerla? Ma soprattutto, come evitare di caderci. Evento in collaborazione con Anap (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati) Confartigianato Bresciana.
Alle 14 (area meeting piazza Vittoria) Nadia Busato parlerà del suo “Padania Blues” (SEM libri) con la vicesindaco e assessore alla Cultura Laura Castelletti. Un intreccio di storie ispirate a un fatto di cronaca reale, una tragicommedia in cui si sorride delle miserie di una comunità retrograda. Una ballata di malamore e ordinaria violenza, con una protagonista colpevole di aver creduto di potersene andare dal paese e da un destino infelice, senza che fosse un uomo a portarla via, contando solo su se stessa.
Alle 15 (area meeting piazza Vittoria) sarà la volta di Enrico Mirani e “Il delitto del Garza. La nuova indagine del Brigadiere del Carmine. Brescia 1922” (Liberedizioni). Con Claudio Baroni.
Nel labirinto di vie e piazze cittadine il Brigadiere si muove per conoscere l’identità della vittima mentre assiste attonito allo scoppiare della violenza politica e a nuovi, efferati delitti.
Alle 16.30 (area meeting piazza Vittoria) Marta Barone presenterà “Città sommersa” (Bompiani) con Giancarla Paladini. Il romanzo di un uomo, delle sue famiglie, delle sue appartenenze, la sua vita visitata con amore e pudore da una figlia per la quale il mondo si misura e si costruisce attraverso la parola letta e scritta.
Alle 18 (Salone Vanvitelliano Palazzo della Loggia) Silvia Meroni presenta “Carlo Maria Martini e gli Anni di piombo. Le fatiche di un vescovo e le voci dei testimoni” (Ancora edizioni) con gli interventi di Mons. Giacomo Canobbio e Alberto Conci, curatore della prefazione.
La vicenda del terrorismo e degli Anni di piombo ha segnato in profondità la storia personale e l’episcopato di Carlo Maria Martini. Martini cercò di rimanere sempre accanto alle vittime, ma anche di aprire un dialogo con coloro che avevano scelto di seminare terrore, per convincerli a rinnegare la strada della violenza. In questo libro la puntuale ricostruzione di quanto fatto e detto da Martini in quegli anni si intreccia con le testimonianze inedite di molti familiari di vittime del terrorismo.
Sempre alle 18 (area meeting piazza Vittoria) ci sarà Elisabetta Pierallini con “Candido Bianchi è l’assassino” (Liberedizioni). Con Enrico Mirani. L’ultimo romanzo di Elisabetta Pierallini (già autrice di Vallecchi e Bompiani) è testo di rare atmosfere. Il male è un mistero e in tutti gli essere umani, piccolo o grande, esiste questo buio dell’anima: la storia di Mela, protagonista del romanzo, lo esplora sino a provare sollievo nell’ ignorare ogni codice morale per portare a termine il “progetto’. Eppure interroga se stessa e Dio.
Alle 19.30 (area meeting piazza Vittoria e live streaming all’Auditorium San Barnaba – corso Magenta 44) Francesco Costa presenterà “Questa è l’America” (Mondadori) con Massimiliano Del Barba.
Francesco Costa riflette sulle trasformazioni e i problemi dell’America, quella vera, raccontandoci il doloroso ma inesorabile smarrimento di un paese speciale che diventa ogni giorno più normale.
Alle 21 (area meeting piazza Vittoria) la giornata si chiude con Andrea De Carlo e il suo “Il teatro dei sogni” (La Nave di Teseo), con Nicoletta Del Vecchio. Con Il teatro dei sogni Andrea De Carlo applica le sue capacità di osservazione sociale e di indagine psicologica a un romanzo fortemente contemporaneo, polemico ed esilarante, che scava nelle ragioni dei quattro protagonisti e ne fa emergere verità, segreti, ambizioni, paure e sogni sopiti.

Per i giovani lettori torna in Piazza Vittoria anche il Bibliobus. Tutti i giorni dalle 16.30 (dalle 16 nei fine settimana) letture accompagnate per bambini da 0 a 7 anni in spazi attrezzati nel rispetto delle normative anti COVID.

Per partecipare agli incontri di Librixia 2020 ci si dovrà registrare sul nuovo portale internet www.librixia.eu. Per sopperire alla riduzione dei posti a sedere, è stata inoltre prevista la modalità di fruizione in modalità “live streaming” all’auditorium San Barnaba e/o le sale di Palazzo Loggia (secondo il calendario previsto).


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...