fbpx
CAMBIA LINGUA

Vicenza: servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica per la Fiera dell’Oro, massima efficacia deterrente

Emesse misure di prevenzione.

Vicenza: servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica per la Fiera dell’Oro

Come noto, da venerdì 19 a martedì 23 gennaio 2024, presso la Fiera di Vicenza, si è regolarmente svolta la manifestazione orafa internazionale VICENZA ORO, giunta alla settantesima edizione.

Numerosissime aziende italiane e straniere hanno presentato le proprie collezioni, con una presenza di pubblico del +3% rispetto alla precedente edizione.

L’ingresso e l’uscita dei partecipanti è stato regolato, attraverso varchi presidiati da personale di vigilanza privata, monitorato dalle Forze di Polizia per tutta la durata dell’evento.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Sono stati predisposti specifici e mirati servizi di sicurezza e vigilanza al complesso fieristico, anche durante le ore notturne, allo scopo di prevenire, oltre che azioni criminose della delinquenza comune, anche atti di terrorismo.

Come noto, l’edizione corrente ha fatto registrare un particolare innalzamento dei livelli di attenzione, in considerazione delle segnalate proteste di gari gruppi e movimenti contro la presenza di venditori, buyers e clienti provenienti da Israele, in relazione all’attuale congiuntura internazionale ed al conflitto israelo-palestinese.

I complessivi dispositivi di sicurezza ed ordine pubblico sono stati esaminati dapprima in occasione di una specifica riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Salvatore Caccamo, e poi attuati, previo tavolo tecnico della Questura, con Ordinanza del Questore di Vicenza, Dario Sallustio.

L’articolato dispositivo ha visto la partecipazione di operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Vicenza.

La Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri hanno impiegato specializzati reparti anti-terrorismo (UOPI della Polizia di Stato e SOS dei Carabinieri).

Risorse specialistiche sono state fornite anche dagli Artificieri e dai Cinofili Anti-esplosivo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

La Guardia di Finanza ha fornito un importante apporto con l’impiego dell’elicottero del Reparto Operativo Aeronavale che ha consentito il monitoraggio dall’alto nei vari giorni della manifestazione.

Mirati controlli nelle vie di afflusso e deflusso e nei parcheggi circostanti sono stati attuati, oltre che con il concorso delle forze territoriali della Questura, Comando Provinciale Carabinieri, Comando Provinciale Guardia di Finanza e Polizia Locale, anche con il concorso degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” della Polizia di Stato con sede a Padova e con il supporto degli equipaggi della Sezione Polizia Stradale di Vicenza.

Un dedicato monitoraggio è stato effettuato anche presso lo scalo ferroviario dalla Sezione PolFer di Vicenza.

Per far fronte ad eventuali proteste o azioni eclatanti sono stati impiegati, sempre con Ordinanza del Questore, mirati contingenti di rinforzo del Reparto Mobile di Padova, del Battaglione dei Carabinieri di Mestre e dei Baschi Verdi della Guardia di Finanza.

Le forze messe in campo hanno consentito il conseguimento di un importante risultato: l’azzeramento dei furti all’interno dei padiglioni della Fiera e nei parcheggi circostanti.

Il sistema di sicurezza, ormai collaudato, anche grazie all’importante sinergia instaurata nel tempo con IEG e con l’implementazione dei sistemi informativi condivisi e di vigilanza privata attuati, perfezionata in sede di Tavolo Tecnico della Questura, è stata vincente.

Si segnalano unicamente uno smarrimento di documenti con contanti all’interno del presso fieristico.

Alcuni furti sono stati invece segnalati su veicoli in sosta di rappresentati orafi presso parcheggi di ristoranti e presso un hotel. Su tali fatti sono in corso indagini da parte dei competenti organi.

L’imponente dispositivo di prevenzione contro la commissione di furti e reati predatori nei pressi ed all’interno del plesso fieristico ha consentito di identificare, nei vari giorni in cui si è svolta la kermesse, circa 1200 persone nel complesso, di cui 87 con precedenti penali e/o di polizia per reati contro il patrimonio.

Tra le varie persone controllate dalle forze dell’ordine al momento dell’ingresso o comunque all’interno dei padiglioni se ne segnalano 2 (cittadini romeni del 2002 e del 2000) che evidenziando numeri di precedenti penali e/o di polizia e fogli di via emessi per i Comuni di Verona e Lucca, sono stati accompagnati in Questura per degli accertamenti. All’esito dei necessari approfondimenti, nei loro confronti, il Questore di Vicenza ha emesso la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Vicenza per anni 2. Gli stessi sono stati pertanto allontanati.

La pozione di altre 3 persone è stata sottoposta al vaglio dei competenti Uffici di Polizia, atteso che al momento del controllo in Fiera risultavano avere di provvedimenti da notificare da parte di diversi uffici operanti sul territorio nazionale, anche per vicende relative a reati contro il patrimonio. Gli stessi, pertanto, sono stati accompagnati in Questura per la notifica degli atti. All’esito hanno spontaneamente rinunciato a visitare l’esposizione fieristica.

Al termine della manifestazione il Questore di Vicenza ha inteso esprimere il proprio personale ringraziamento a tutti gli operatori delle varie forze dell’ordine impiegate nei complessi servizi attuati.

Vicenza: servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica per la Fiera dell'Oro.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×