fbpx

Vicenza-Padova, denunciati 7 tifosi per gli sconti post-partita

Il Questore di Vicenza ha emesso provvedimenti Daspo per 3 anni

Vicenza-Padova, denunciati 7 tifosi per gli sconti post-partita.

Al termine del match Vicenza-Padova del 29 ottobre scorso, nella fase di deflusso dei tifosi ospiti dallo Stadio “R. Menti”, al casello autostradale di Vicenza Est, un gruppo di tifosi padovani, transitando in Via Carpioni, a bordo di un autobus della municipalizzata Svt, è stato aggredito da un gruppo di ultras locali che agivano con l’aiuto di alcuni tifosi della “gemellata” Reggiana.

Fin da subito, la Polizia di Stato, ed in particolare la Digos della Questura di Vicenza, ha avviato una mirata attività di indagine per ricostruire l’accaduto ed identificare i responsabili, anche mediante l’analisi delle immagini degli impianti di videosorveglianza cittadina e di taluni filmati realizzati da passanti e residenti della zona.

All’esito delle complesse attività d’indagine, sono stati identificati e denunciati all’Autorità Giudiziaria, 7 ultras, ritenuti responsabili, a vario titolo, di reati cosiddetti “da stadio”, in quanto commessi in occasione di manifestazioni sportive (travisamento, porto di oggetti atti ad offendere).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Si tratta, in particolare, di 3 tifosi vicentini (di Vicenza, Arzignano e Chiampo) e di un tifoso reggiano, tutti ritenuti responsabili di aver partecipato all’aggressione dei tifosi padovani, e di un tifoso padovano, che, a sua volta, avrebbe aggredito i vicentini intenzionati ad assalire l’autobus della Svt.

Altri 2 tifosi padovani (di Camposampiero ed Abano Terme), invece, sono stati denunciati per “possesso di artifici pirotecnici” e “lancio di materiale pericoloso”, poiché immortalati dalle telecamere di videosorveglianza dello stadio mentre lanciavano fumogeni/petardi dalla curva in direzione del terreno di gioco.

Nel corso degli scontri in questione, gli autobus della Svt utilizzati dai tifosi sono stati gravemente danneggiati ed un autista è rimasto ferito. Su questo fronte, qualora fossero stabilite delle responsabilità dirette, i tifosi coinvolti potrebbero essere chiamati a risarcire ingenti danni. Le indagini della Digos sono ancora in corso.

Ad ogni modo, nei confronti di tutti i 7 ultras, il Questore di Vicenza ha emesso il provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive (Daspo) per 3 anni.

questura vicenza

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×