Vicenza, manifestazione organizzata senza autorizzazione: individuate persone che avevano partecipato ad iniziative “no green pass”

Nel pomeriggio si erano riunite alcune persone in Piazza Libertà, per poi trasformarsi in una manifestazione con 350 persone

Vicenza, manifestazione organizzata senza autorizzazione: individuate persone che avevano partecipato ad iniziative “no green pass”.

Dal pomeriggio di ieri sono in corso da parte dell’Ufficio Informativo del Commissariato di P.S. di Bassano del Grappa le notifiche inerenti alle denunce per l’inosservanza al provvedimento dell’Autorità, ex art. 650 c.p., a carico di nr. 14 persone che nel pomeriggio di sabato 19 febbraio 2022 hanno partecipato ad una manifestazione non preavvisata in Piazza Libertà di Bassano del Grappa (VI).
I fatti si riferiscono a quanto accaduto sabato scorso nella predetta piazza, dove a partire dalle ore 17.45 circa iniziavano a giungere piccoli gruppi di persone, fra le quali anche diverse famiglie con bambini. All’inizio l’incontro sembrava “casuale”, ma verso le 17.50 circa, nella parte centrale di Piazza Libertà, arrivava un soggetto che posizionava un tavolino da pic-nic; il medesimo veniva immediatamente identificato dalle pattuglie presenti sul posto ed invitato a rimuovere il trespolo, invito che veniva ottemperato. L’uomo si giustificava, infatti, riferendo di non essere a conoscenza che l’iniziativa a cui stava partecipando non fosse stata preavvisata ai sensi dell’art. 18 TULPS e tantomeno della necessità in queste circostanze di richiedere l’occupazione di suolo pubblico.
Con il passare del tempo la Piazza iniziava a riempirsi di persone e venivano stappate numerose bottiglie di vino e consumato del cibo. Alle ore 18.20 circa, gli astanti cominciavano ad alzare al cielo i bicchieri intonando il coro tipico dei movimenti di protesta “no green pass” (“La Gente come Noi non Molla Mai”), trasformando il “semplice assembramento”, tipico del sabato pomeriggio, in una vera e propria manifestazione non preavvisata in un luogo, oltretutto, inibito allo svolgimento di qualsiasi iniziativa pubblica.
Con provvedimento del Sig. Prefetto di Vicenza, infatti, lo scorso novembre, alcune zone della città di Bassano del Grappa, tra cui Piazza Libertà, sono state interdette allo svolgimento di manifestazioni pubbliche per tutta la durata dello stato di emergenza pandemica.
La massima affluenza alla manifestazione estemporanea veniva registrata fra le ore 19.00 e le ore 20.00, raggiungendo il numero di circa 350 persone.
Nel corso della protesta sono state individuate persone che avevano partecipato, nel corso di questi ultimi mesi, a quasi tutte le iniziative “no green pass” e che erano giunte da diverse parti del territorio vicentino e da fuori provincia, richiamate da un semplice e quasi anonimo invito postato sui social, da sconosciuti gruppi di attivisti, senza che vi fosse stato un preavviso all’Autorità di P.S., che avrebbe sicuramente informato in quell’occasione dell’interdizione della Piazza a tutte le manifestazioni, come era avvenuto in precedenti richieste.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...