Venezia, sequestrate 71 bottiglie di alcolici rubate, denunciate 2 persone

Venezia, insieme a loro anche un uomo su cui è stata eseguita una misura di custodia cautelare in carcere

Venezia, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio effettuata dalla Polizia di Stato, volta primariamente alla prevenzione e alla repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, gli agenti delle Volanti della Questura di Venezia hanno effettuato d’iniziativa un controllo che al termine dell’intervento ha portato al sequestro di 71 bottiglie tra vino e liquori pregiati, nonché alla denuncia in stato di libertà di un uomo ed una donna ed all’esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere per un terzo soggetto.

In particolare, nella nottata di sabato 24 aprile, gli operatori di Polizia notavano tre soggetti sospetti, tra cui una donna, intenti a trasportare due pesanti borsoni ed uno zaino. Alla vista dell’auto di servizio i tre manifestavano un evidente stato di agitazione che hanno insospettito gli agenti.

Dopo accurato controllo, gli operatori di Polizia hanno rinvenuto all’interno dei borsoni numerose bottiglie di vino e alcolici delle quali i soggetti non hanno potuto giustificarne la provenienza, rilasciando sul posto dichiarazioni contraddittorie.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Per procedere all’identificazione della donna, gli agenti hanno dovuto accompagnarla in hotel, dove asseriva di aver lasciato i documenti di riconoscimento, rinvenendo così numerose altre bottiglie di alcolici.

Gli agenti procedevano quindi al sequestro di tutta la merce per un totale di 71 bottiglie tra vino e superalcolici, per un valore complessivo di circa 1200 €.

Nel corso degli accertamenti di polizia eseguiti dagli Agenti delle Volanti, al fine di identificare compiutamente tutti i soggetti, è emerso inoltre che uno dei due uomini era destinatario di un provvedimento di carcerazione: veniva pertanto prontamente bloccato e tradotto presso la Casa Circondariale di Venezia.

Tutti e tre i soggetti sono stati infine deferiti all’Autorità Giudiziaria per ricettazione mentre la merce sequestrata, dopo mirate ricerche, è stata restituita ai legittimi proprietari.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...