Venezia, identificato e denunciato l’autore dell’aggressione omofoba avvenuta il 26 Febbraio scorso a Roma, grazie al supporto della polizia di frontiera area di Venezia e del commissariato di P.S. di Jesolo.

È stato identificato e denunciato, grazie alle indagini congiunte tra gli investigatori del XIII Distretto P.S. Aurelio di Roma e della Polizia di Frontiera di Venezia, l’uomo che il 26 febbraio scorso aveva aggredito una coppia all’interno della stazione metro di Valle Aurelia. Si tratta di un romano di 31 anni, con precedenti di polizia.

Gli agenti della Capitale, a seguito della denuncia da parte delle vittime, hanno avviato le indagini acquisendo le immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza presenti all’interno della stazione.

A seguito della divulgazione del video dell’aggressione, registrato da un amico della vittima ed apparso sui media nazionali, sui social e sui siti on line, l’aggressore è stato riconosciuto da un agente della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia di Frontiera presso l’aeroporto di Venezia, diretta dal Primo Dirigente della Polizia di Stato Rosanna Conte.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il poliziotto ha infatti ricordato come nella stessa mattina del 26 febbraio, quello stesso uomo si fosse reso responsabile di un diverbio all’interno della sala partenze dell’Aeroporto “Marco Polo” di Venezia, da dove il soggetto si sarebbe poi imbarcato per la Capitale. In quel frangente era intervenuta una pattuglia della Polizia di Stato del Dispositivo di Sicurezza Aeroportuale, che lo aveva identificato.

L’informazione è stata dunque subito veicolata ai colleghi romani, che hanno così potuto confermarne l’identità.

L’uomo frequenta per motivi lavorativi la zona di Jesolo, e proprio qui, ieri sera, è stato individuato e denunciato dai poliziotti del Commissariato della Polizia di Stato, diretto dal Vice Questore Marco Fabro.

Le volanti infatti, informate della presenza dell’uomo sul territorio si sono immediatamente messe sulle sue tracce, pattugliando strada per strada, fino a quando, dopo accurate ricerche e perlustrazioni, sono riuscite ad individuarlo, riconoscendolo per strada mentre era in compagnia di alcuni amici. I poliziotti hanno dunque inviato ai colleghi romani le foto dell’uomo, che è stato riconosciuto dalle vittime.

Il soggetto è stato quindi deferito all’Autorità Giudiziaria per lesioni aggravate.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...