Venezia, controlli delle acque interne: contravvenzioni per 1750 euro

Venezia, dopo i risultati positivi ottenuti lo scorso anno, è ripresa l’attività di controllo delle acque interne effettuata dalla Polizia di Stato di Venezia ed in particolare dalla Squadra di controllo delle Acque Interne, volta a contrastare le alterazioni delle unità da diporto e i comportamenti imprudenti in laguna.

 

È in questo contesto che si inserisce l’attività posta in essere dagli operatori S.A.I. nella giornata di ieri, venerdì 7 maggio, che ha portato alla contestazione di diversi illeciti amministrativi.

 

Attraverso due posti di controllo, in aree opportunamente individuate ed interessate dal fenomeno del moto ondoso, la Squadra, avvalendosi dei mezzi in dotazione d’ufficio, ha elevato contravvenzioni per un valore complessivo di 1750 euro ed ha proceduto al sequestro di due natanti per irregolarità ed alterazioni degli stessi e dei motori, dannosi per la circolazione in laguna e per la salvaguardia della vita umana.

 

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Si tratta di un’attività di fondamentale importanza ai fini della prevenzione degli incidenti in ambito nautico che si avvale di conoscenze specialistiche della normativa legata alla circolazione nautica, ma anche di competenze in materia di ingegneria e motori.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...