Varese, uomo afferma di star cercando sua figlia, viene denunciato per danneggiamento

Varese, Nel pomeriggio di ieri un equipaggio della Squadra Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza Gallarate è intervenuto presso la piscina di Moriggia, ove era stata segnalata la presenza di un uomo che aveva forzato un armadietto all’interno degli spogliatoi. Sul posto gli agenti hanno appreso dal responsabile della struttura che, a seguito di passati episodi analoghi, lo stesso aveva disposto ad una sua dipendente di effettuare un giro d’ispezione negli spogliatoi femminili.

La donna, presente sul posto, ha riferito ai poliziotti di aver effettivamente notato, durante il controllo effettuato poco prima, un uomo armeggiare vicino ad uno degli armadietti, riuscendo ad aprirlo con le sole mani. Alla domanda su cosa stesse facendo, il soggetto ha risposto che non aveva fatto nulla e che stava cercando la figlia, allontanandosi per raggiungere il bordo vasca della piscina esterna. A questo punto la dipendente ha scattato una foto del sospetto col proprio cellulare, per poi informare di quanto accaduto il proprio responsabile, che ha prontamente richiesto l’intervento della pattuglia. Gli agenti hanno accertato il danneggiamento dell’armadietto in questione, visibilmente forzato, avendo tuttavia conferma dalla cliente che lo aveva noleggiato, che nulla fosse stato asportato. Visionata la foto scattata dalla dipendente, gli agenti hanno subito riconosciuto il soggetto, un trentasettenne pluripregiudicato di Gallarate, che, rintracciato poco dopo nei pressi della zona ombrelloni unitamente alla figlia minore, è stato denunciato a piede libero per il reato di danneggiamento.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...