Varese, un denunciato per possesso di arma bianca e due per resistenza a pubblico ufficiale

Varese, la Polizia di Stato di Gallarate nel tardo pomeriggio di ieri in Piazza Libertà ha proceduto al controllo di un cittadino italiano di 47 anni con vari precedenti penali, solito bivaccare nelle vie del centro. L’uomo, destinatario del provvedimento dell’avviso orale aggravato emesso dal Questore di Varese, è stato colto in possesso di un coltello della lunghezza complessiva di cm 16 e lama in metallo di cm 6, detenuto nella tasca dei pantaloni. Il coltello è stato sequestrato e a carico del soggetto è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di porto ingiustificato di oggetto atto ad offendere.

La notte degli agenti del commissariato si è movimentata quando hanno fermato in viale Milano due giovani, stranieri di 22 e 24 anni, residenti a Gallarate intenti a consumare birra. Le persone sottoposte al controllo non sono state in grado di fornire giustificazioni in merito alla loro presenza in loco, e pertanto sono apparse in evidente violazione della vigente normativa Anti Covid-19. I due hanno accettato di seguire gli agenti presso il Commissariato. Poco prima di fare ingresso nella struttura di via Ragazzi del ’99, però, i due hanno cominciato a dare in escandescenze, insultando pesantemente gli operanti e scagliandosi con pugni e calci contro gli stessi, per poi tentare di darsi alla fuga. A fatica gli agenti sono riusciti a contenere i due esagitati, che sono stati quindi accompagnati all’interno del Commissariato, dove comunque hanno perseverato nel loro atteggiamento offensivo ed aggressivo. Non paghi delle lesioni inflitte agli operanti, i due soggetti hanno perseverato nel loro atteggiamento violento e polemico, producendosi anche in atti autolesionistici, tanto che per contenerli si è resa necessaria anche la collaborazione delle Volanti del Commissariato di Busto Arsizio. I due esagitati sono stati denunciati a piede libero per resistenza e lesioni a pubblico Ufficiale, nonché sanzionati per la violazione della normativa Anti Covid.
Il 22enne dopo la denuncia veniva lasciato in stato di libertà mentre il ventiquattrenne dopo la delirante nottata e ancora in stato di agitazione accusava un malore, trasportato presso il locale nosocomio si allontanava dal pronto soccorso prima di essere visitato, gli agenti, medicati riportavano lesioni giudicate guaribili in 8 giorni.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...