Varese, ubriaca tenta di salire a bordo di un taxi, aggredisce tassista e danneggia l’auto a calci, arrestata donna rumena

Varese, era già protagonista di episodi molesti, arrestata per resistenza e violenza a P.U

Varese, nella notte del 25 maggio, la Polizia di Stato ha arrestato una cittadina rumena di 34 anni per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Continuano le serate brave della trentaquattrenne rumena già protagonista durante la scorsa settimana di episodi molesti nei confronti di gestori e avventori di alcuni bar del centro cittadino. Per quei fatti la donna era già stata deferita all’autorità giudiziaria e colpita dal provvedimento del DASPO urbano. Nonostante ciò, nella tarda serata di domenica scorsa, forse per colpa dei fumi dell’alcool, si è resa protagonista di un ennesimo episodio di disturbo. La rumena, infatti, intenzionata a raggiungere un paese della provincia, ha pensato bene di rivolgersi a due tassisti in attesa dei clienti in arrivo alla stazione di Varese, pretendendo di essere accompagnata. Di fronte al rifiuto del tassista, giustificato dal forte stato di ebrezza alcoolica, la donna ha preso a calci l’autovettura, danneggiandola in diverse parti. Non doma, si è rivolta ad un altro tassista e, approfittando di un attimo di distrazione dell’uomo, è salita a bordo del taxi. Invitata a scendere si è scagliata contro l’autista cercando di colpirlo con calci e pugni. All’arrivo di una volante della Polizia di Stato, allertata dai tassisti, la donna ha dato filo da torcere ai due Agenti che sono stati costretti a ricorrere alla manette di sicurezza per contenerne l’aggressività. Accompagnata negli uffici di Piazza Libertà, dopo le formalità di rito, è stata tratta in arresto e dovrà rispondere dei reati di resistenza e violenza a P.U.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...