Varese, torna a Gallarate per ubriacarsi, ma per lui la zona era interdetta

Varese, verso le ore 18:45 del 03/06/2020, una volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gallarate è intervenuta in piazza Risorgimento in ausilio ad un’ambulanza del 118, in quanto i sanitari stavano faticando non poco a gestire una persona molesta che aveva, egli stesso, richiesto l’intervento di personale medico, per motivi non meglio specificati.

Al momento del loro intervento l’uomo si trovava sotto i portici di Piazza Risorgimento, intento a disturbare alcuni avventori dei bar lì presenti. Una volta scorti gli Agenti, il soggetto, una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, ha cercato di allontanarsi, ma è stato ovviamente sottoposto a controllo per la sua completa identificazione, atto che non è risultato facile agli operanti a causa dello stato di evidente ubriachezza in cui versava ed ai continui tentativi di allontanarsi dal luogo del controllo.

Gli Agenti hanno quindi appurato che a carico del fermato, un quarantasettenne di Cavaria con Premezzo, gravava ancora la Misura di Prevenzione di PS, del Divieto di Ritorno nel Comune di Gallarate per due anni, a far data dal 09/04/2019; lo stesso è stato pertanto indagato in stato di libertà per aver violato l’articolo 76/3 del D.l.vo 159/2011, e sanzionato amministrativamente per manifesta ubriachezza in luogo pubblico, atteso che durante le operazioni di polizia ha continuato imperterrito a molestare alcuni avventori degli esercizi pubblici della zona. L’intervento è poi passato agli operatori del 118, che hanno accompagnato l’uomo presso il pronto soccorso, per gli accertamenti clinici del caso.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...