Varese, tentano un furto al supermercato per un valore di 350euro, la guardia viene distratta e riescono a scappare

Varese, Gli agenti del Commissariato di Gallarate, al termine di una serie di mirati accertamenti e accurate indagini, hanno individuato l’autrice di un tentato furto presso l’Esselunga di via Pegoraro l’11 novembre dello scorso anno.
All’epoca dei fatti la volante era intervenuta su richiesta degli addetti antitaccheggio del supermercato, che avevano riferito di una giovane coppia che aveva tentato il furto di numerosi articoli, per un valore successivamente accertato di oltre 350 euro.
Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
I due ragazzi, dopo aver riempito il carrello con vari prodotti, si erano separati e mentre l’uomo aveva guadagnato l’uscita dalla corsia “senza acquisti” la donna con il carrello carico di merce aveva superato il tornello dell’uscita di sicurezza senza pagare, prontamente raggiunta e bloccata dalla guardia particolare giurata.
In quel frangente il sorvegliante, distratto da due ragazzi, che gli avevano intimato con veemenza di lasciar stare la donna, avevano consentito a quest’ultima di guadagnare la fuga, abbandonando il carrello pieno di merce, salendo a bordo di una vettura dileguatasi velocemente.
Sul posto la Volante, dopo aver identificato i due giovani, dichiaratisi estranei al fatto ed intervenuti esclusivamente per difendere la giovane da quella che appariva ai loro occhi essere un’aggressione nei suoi confronti, ha acquisito i filmati di sicurezza del supermercato.
Proprio dalla visione dei filmati, gli agenti sono riusciti a ricostruire i fatti occorsi, risalendo all’intestatario della vettura utilizzata dalla giovane coppia per allontanarsi dal luogo del furto, poi rivelatosi completamente estraneo alla vicenda.
Le ulteriori indagini esperite hanno permesso di identificare con certezza l’autrice del tentato furto per una diciottenne residente in provincia di Milano, che per tale reato è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni poiché ai tempi non aveva ancora raggiunto la maggiore età.

Sono tuttora in corso le indagini per identificare con certezza il complice della giovane, mentre non si sono accertate responsabilità a carico dei due ragazzi che hanno distratto la guardia giurata, verosimilmente convinti di essere intervenuti per difenderla da una aggressione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...