Varese, minacciava di tagliarsi la gola se il CAF non gli avesse consegnato del denaro: denunciato

Varese, minaccia di uccidersi tagliandosi la gola per farsi consegnare denaro da un C.A.F., ma viene bloccato e denunciato dal commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. L’uomo, cinquantottenne noto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti, aveva addirittura preannunciato il suo gesto con una telefonata al 112 intorno alle 14,00 di giovedì scorso. Immediatamente la volante a raggiunto il luogo indicato, trovandovi il cinquantottenne che, sulla porta del centro, si puntava un taglierino alla gola urlando che lo avrebbe utilizzato contro se stesso se il caffè non avesse risolto i suoi, non meglio precisati, problemi finanziari. Dopo qualche minuto di trattative con i poliziotti della volante l’uomo si è deciso a gettare a terra il cutter ed è stato subito bloccato. Sentite le dipendenti del C.A.F., emerso che poco prima il pregiudicato aveva fatto irruzione nei loro uffici con il taglierino puntato contro di sé, urlando che avevano sbagliato la sua pratica e che e se non gli avessero dato i soldi si sarebbe tagliato la gola. L’uomo, una volta calmato, è stato accompagnato in commissariato e denunciato per il possesso dell’arma impropria e per tentata estorsione ovviamente si verificherà se, come sembra aldilà delle modalità con le quali la volevo ottenere, il cinquantottenne non avesse alcun diritto di prendere la somma.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...