Varese, arrestato un sospettato per spaccio di stupefacenti dopo una fuga in auto

Varese, Poco prima delle 23:00 di ieri la Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, svoltando in via Rossini da viale Trentino, si è imbattuta in una ferma a bordo strada, con motore acceso e finestrino abbassato ed un uomo in piedi di fianco alla vettura e con le mani protese nell’abitacolo. Sospettando che fosse in atto uno scambio di droga, la pattuglia si è avvicinata per effettuare un controllo, ma l’uomo a piedi si è allontanato, mentre l’autista, appena vista la volante, ha ingranato la marcia, partendo a gran velocità. La Volante si è messa al suo inseguimento, azionando sirena e lampeggiante, per un paio di chilometri, ma il fuggitivo, immettendosi a velocità in una curva, ha perso il controllo del mezzo, finendo fuori strada. A quel punto gli Agenti, notando anche del fumo che usciva dal veicolo e constatando che le portiere erano bloccate, hanno estratto il guidatore dal finestrino, chiedendo l’intervento di un’autoambulanza che, sempre scortata dalla Volante, lo ha trasportato in ospedale. Dopo qualche ora di osservazione, i medici hanno dimesso il fermato. Subito dopo l’uomo, un marocchino di 37 anni, con precedenti per reati in materia di sostanze stupefacenti, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. C’è il sospetto che effettivamente lo straniero, risultato proprietario dell’auto e addosso al quale non è stato trovato nulla di illecito, stesse effettivamente trattando un affare di droga, di cui forse si è disfatto durante la fuga. Sospetto rinforzato dal ritrovamento sulla sua persona di circa 700 euro e dalla circostanza che, nonostante l’incidente appena accaduto, prima di essere estratto dall’auto si sia premunito di togliere la batteria dal cellulare, rendendo così impossibile leggere i suoi messaggi.
Sono in corso ulteriori indagini sull’uomo denunciato.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...