Varese, 33enne disoccupato alla guida con un coltello a serramanico si rifiuta di eseguire gli accertamenti dell’uso di stupefacenti. Denunciato dalla Polizia

Varese, i Carabinieri della Stazione di Malnate hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Varese un 33enne disoccupato del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, in quanto ritenuto responsabile dei reati di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e rifiuto dell’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti.
In particolare i militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno
proceduto al controllo del 33enne mentre transitava verosimilmente in stato di alterazione
psicofisica conseguente all’uso di sostanze stupefacenti a Malnate, in quella via 1° maggio, a bordo della propria autovettura Alfa Romeo 147, risultata sprovvista di copertura assicurativa.
Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, il giovane disoccupato è stato sorpreso in possesso di un coltello a serramanico, della lunghezza complessiva di 18 cm di cui 8 di lama, del quale non era in grado di giustificarne il porto, che pertanto è stato posto sotto sequestro dai militari intervenuti.
Inoltre, invitato a sottoporsi all’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti presso l’Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, lo stesso si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti clinici. Pertanto la patente di guida è stata ritirata per il successivo inoltro alla Prefettura di Varese e l’autovettura posta sotto sequestro amministrativo per fini di confisca.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...