Uomo muore dal freddo. Il Comune: segnalate chi si trova per strada

65

Il cadavere di un clochard un polacco di 66 anni, è stato trovato all’interno di un palazzo abbandonato dai carabinieri, in via Antegnati, intervenuto dopo una telefonata anonima arrivata al 118. La morte del clochard è da ricondurre con tutta probabilità al freddo. Sarà però ora l’autopsia a chiarire del tutto le cause del decesso.

Dal Comune fanno sapere che il senzatetto deceduto il 5 gennaio non era conosciuto dai servizi Sociali del Comune di Milano, nè la sua presenza era mai stata segnalata dai cittadini. “Chi vede o conosce persone in difficoltà lo segnali al Centro Aiuto, consentendoci di intervenire tempestivamente. Abbiamo ancora 300 posti liberi per far fronte all’emergenza freddo di questi giorni” queste le indicazione dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Milano che per far fronte all’emergenza freddo di questi giorni lo stesso Comune ha messo a disposizione 15 strutture in tutta la città, aprendole dall’inizio di dicembre secondo la necessità. Il piano predisposto prevede complessivamente 2.780 posti letto, il doppio rispetto al 2010. Questi posti si aggiungono ai circa 3.500 dedicati all’accoglienza dei profughi, per un totale di oltre 6.000 posti messi a disposizione dall’Amministrazione.

Operatori e volontari, giorno e notte, girano per la città e cercano di intercettare chi ancora non conosce i servizi messi a disposizione dal Comune e non sa che è possibile avere un posto letto.

Il Centro Aiuto è aperto tutti i giorni con orario prolungato dalle 8.30 alle 24 (il sabato e la domenica dalle 9). Per segnalazioni persone in difficoltà è possibile chiamare questi numeri: 02/88447645 – 02/88447646 – 02/88447647 – 02/88447648 – 02/88447649.

Articolo di Lorenzo Chiaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...