fbpx
CAMBIA LINGUA

Udine: riempiono i giubbotti di merce, poi tentano la fuga tirando calci e pugni

Arresati al Panorama di viale Palmanova due fratelli udinesi.

Udine: riempiono i giubbotti di merce, poi tentano la fuga tirando calci e pugni.

La centrale operativa della Questura di Udine riceveva una richiesta di intervento dal supermercato Panorama di viale Palmanova ove erano stati bloccati 2 uomini che si erano impossessati di merce e che avevano cercavano di sottrarla, senza pagarla, nascondendola e trasportandola addosso, sotto i vestiti.

Sia il direttore del punto vendita che l’addetto alla vigilanza, notati i due individui che con fare sospetto stavano cercando di andarsene con la merce rubata, li aspettavano all’uscita al fine di farsi restituire il maltolto ma in tutta risposta i due soggetti si avventavano su di loro colpendoli con pugni al volto ed in testa. Nella colluttazione le cose sottratte cadevano fuoriuscendo dagli abiti a conferma di ciò che era stato visto.

Anche altre persone presenti all’ingresso del supermercato intervenivano in soccorso dei due dipendenti aggrediti fatto che ha permesso di far si che i due assalitori non si allontanassero prima dell’arrivo della Volante che, in men che non si dica, arrivava in via Melegnano, la strada sulla quale si affaccia l’ingresso del supermercato.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Uno dei due fermati era ancora esagitato al punto che resisteva con forza ai poliziotti che alla fine riuscivano, dopo aver chiesto rinforzo, a riportare la situazione alla calma.

I fermati, due fratelli udinesi di 47 e 35 anni, sono stati arrestati in flagranza del reato di Rapina Impropria. Si parla di rapina impropria in quanto dopo aver tentato di sottrarre furtivamente diversi generi alimentari e non solo, per fuggire e per assicurarsi il provento della loro azione, usavano con violenza contro chi li ha individuati e fermati.

Il PM di turno disponeva che i due arrestati venissero portati in carcere in via Spalato.

Udine: riempiono i giubbotti di merce, poi tentano la fuga tirando calci e pugni.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×