fbpx
CAMBIA LINGUA

Ubriaco cade dal motorino e inveisce contro i Carabinieri: «Lasciatemi stare perché ho bevuto troppo»

Nei guai un 31enne residente a Lentate sul Seveso

Ubriaco cade dal motorino e inveisce contro i Carabinieri: «Lasciatemi stare perché ho bevuto troppo».

Qualche giorno fa, attorno all’una e mezza di notte, una pattuglia dei Carabinieri di Seveso è intervenuto a Meda, in via Colombara, dove era stato segnalato “un motorino finito a terra”. Giunti sul posto, i militari dell’Arma hanno trovato dinanzi a loro un Kymco Agility 50 di colore nero adagiato per terra in mezzo alla strada con accanto, seduto sul bordo del marciapiedi, un ragazzo in stato confusionale.

Avvicinatisi al giovane, i carabinieri hanno subito notato i classici segni da “alterazione psicofisica dovuta all’abuso da bevande alcoliche”, si legge nella nota. L’assunzione di alcol era stata “talmente ingente che inizialmente non riusciva nemmeno ad alzarsi in piedie, successivamente, una volta tiratosi su, aveva comunque un equilibrio precario, “un linguaggio sconnesso e disarticolato, l’alito vinoso e una ingiustificata aggressività”. Ai militari, che cercavano di accertarsi del suo stato di salute e di quanto fosse accaduto, il giovane ha ripetuto più volte: «Lasciatemi stare perché ho bevuto troppo».

Vista la situazione, dopo aver fatto sopraggiungere precauzionalmente gli operatori del 118, i militari dell’Arma hanno invitato il ragazzo a sottoporsi all’alcoltest ma lui, tra minacce e frasi oltraggiose, si è rifiutato, anche in presenza della madre, nel frattempo arrivata sul posto.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Riportata la situazione alla calma, anche grazie ad un’altra pattuglia chiamata in supporto, i carabinieri hanno proceduto ad identificare il ragazzo, un 31enne di origini rumene ma residente a Lentate sul Seveso con alle spalle qualche precedente per reati contro la persona. 

Conclusi gli accertamenti, il giovane è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, con contestuale ritiro della patente di guida. Il motorino, che fortunatamente non ha provocato altri danni, è stato invece affidato alla madre del 31enne.

seveso

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×