fbpx

Trieste, tenta di incendiare i tavolini di una pizzeria: fermato dai Carabinieri

L’evento ha avuto una forte eco mediatica

Trieste, tenta di incendiare i tavolini di una pizzeria: fermato dai Carabinieri.

Alla fine del mese scorso, il titolare della pizzeria “La Tana”, nei pressi di piazza san Giacomo, a Trieste, ha denunciato ai Carabinieri di aver subito, nel corso della notte precedente un danneggiamento agli arredi esterni del proprio esercizio. Più specificatamente, qualcuno aveva deliberatamente dato fuoco ai tavolini e alle sedie che, di notte, vengono lasciate nel dehor in Campo San Giacomo.

I militari hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza dalle quali era ben visibile l’intenzionalità del gesto, ma che non consentivano comunque di identificarne l’autore. L’evento ha avuto una forte eco mediatica, dal momento che non era da escludere un possibile tentativo di estorsione sul quale, però, il titolare non ha fornito elementi utili.

Quindici giorni dopo, i fatti si sono ripetuti per due notti di seguito, provocando ulteriori danni anche ad ombrelloni e suppellettili. Il 21 giugno scorso, durante un appostamento, è stato notato un uomo avvicinarsi al dehor con fare sospetto ed estrarre una bottiglietta contenente liquido infiammabile, per tentare di appiccare il fuoco ai tavolini.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I militari sono intervenuti per bloccarlo nel suo intento. Accompagnato negli uffici del Comando della Stazione dei Carabinieri, l’uomo ha dichiarato di aver voluto compiere il gesto come vendetta per un torto subito in precedenza dal titolare quando, come cliente, aveva mangiato in quella pizzeria.

L’uomo, un 50enne triestino, è stato denunciato alla Procura di Trieste per “danneggiamento a seguito di incendio”. Le indagini, coordinate dal dott. Tripani, proseguono al fine di verificare se lo stesso sia autore anche degli episodi avvenuti in passato.

carabinieri

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×