Trieste, si finge facchino e sputa ai turisti “ingrati” che lo rifiutano

Arrestato mentre viaggiava verso la Spagna

Trieste, si finge facchino e sputa ai turisti “ingrati” che lo rifiutano.

Intraprendente e solerte, sfila di mano i bagagli ai turisti sulle pensiline della stazione ferroviaria e, alla modica cifra di 15 euro, glieli trasporta dove desiderano. Di fronte a un rifiuto si trasforma in una belva e aggredisce l’ingrato turista con spintoni, insulti e sputi.

E così la sua carriera di fattorino abusivo subisce un tracollo per la continua collezione di denunce. Fino a quando decide di abbandonare il mestiere e cercare fortuna altrove. Ma rimane il fardello delle denunce che si trasformano in condanne.

La fuga in Spagna

Nei giorni scorsi il soggetto viene controllato da una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Basovizza: stavolta però è lui un turista, e viaggia carico di bagagli su un pullman di linea diretto in Spagna.

L’arresto

L’uomo, un cittadino romeno di 30 anni, è ricercato per un mandato di cattura, dovendo espiare la pena di anni 1 e 8 mesi di arresto per lesioni personali e inosservanza al foglio di via per fatti commessi a Firenze nel 2014. Così i Carabinieri di Basovizza lo arrestano, e dopo le formalità di rito, lo associano al carcere di Gorizia.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...