Trieste, rintracciata dopo 14 anni di latitanza: deve scontare 4 mesi per furto

Trieste, una ragazza esile, la più agile del gruppo, si infilava all’interno del cassone per la raccolta degli abiti usati, destinati ai più bisognosi e in difficoltà, e dall’interno del contenitore selezionava gli indumenti passandoli uno ad uno ai suoi complici. Durante una “missione”, a seguito dell’intervento di una pattuglia, i complici della ragazza riescono a dileguarsi, abbandonando la stessa dentro il cassone ripieno di vestiti usati. Per il furto degli indumenti la stessa veniva denunciata a piede libero, ma di lei si perdevano letteralmente le tracce sino al controllo della pattuglia dei Carabinieri di Basovizza nella sera dell’8 luglio che, lungo l’ex confine di stato, l’ha rintracciata dopo 14 anni di latitanza, mentre viaggiava a bordo di un furgone diretto in Romania. Con il supporto di una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Aurisina, i militari l’hanno condotta in caserma. Dopo le incombenze di rito, per la 40enne romena si sono aperte le porte del carcere del Coroneo di Trieste, ove è stata accompagnata dovendo scontare la pena di  4 mesi di reclusione per il furto commesso in Lombardia nel 2007.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...