Trieste, costringe la compagna a prostituirsi: 56enne condannato a 3 anni e 11 mesi

L'uomo è stato trovato su un bus diretto in Romania

Trieste, costringe la compagna a prostituirsi: 56enne condannato a 3 anni e 11 mesi.

Una donna ha incontrato un uomo molto più grande di lei, che la ha sedotta con i suoi modi eleganti e le  ha chiesto di poter fare da padre ai suoi figli. L’idillio della vita di coppia ha breve durata.

Lui è sempre stanco e non vuole lavorare, obbligando così la bella e giovane compagna a vendere il proprio corpo per sfamare tutta la famiglia. Quando il profitto è scarso, una volta rientrata tra le mura domestiche e contati i pochi preservativi utilizzati, sono botte e schiaffi.

La donna, alla fine, trova il coraggio di denunciarlo, ma lui vistosi braccato fugge via.

L’arresto

A distanza di tempo il soggetto viene rintracciato una pattuglia della Stazione Carabinieri di Prosecco, impegnata insieme alle pattuglie della Radiomobile di Aurisina e della Stazione di Basovizza in un controllo di retrovalico a un autobus di linea diretto in Romania.

I militari, dal controllo, scoprono che l’uomo è ricercato per un mandato di cattura. Il 56enne romeno deve scontare 3 anni e 11 mesi di reclusione per sfruttamento della prostituzione e percosse. Dopo il suo arresto è stato tradotto al carcere del Coroneo.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...