Trieste, costretta a nascondersi in un cespuglio dalla furia del marito: 35enne in manette

Braccata dalla furia del marito si rifugia seminuda nel cespuglio

Trieste, costretta a nascondersi in un cespuglio dalla furia del marito: 35enne in manette.

Cerca scampo nascondendosi dentro un cespuglio sul ciglio della strada di casa, braccata come una preda in fuga dalla furia devastante del marito che, poco prima, dentro le mura di casa, si è scagliato contro di lei strappandole la maglietta di dosso e costringendola a fuggire scalza per salvarsi dalla sua violenza inarrestabile.

Soccorsa, la donna ha avuto il coraggio di denunciare il marito che, completamente ubriaco e nudo, davanti all’ingresso di casa, continuava a minacciarla. L’uomo non attende il verdetto del tribunale e si dilegua.

L’arresto

A distanza di tempo, però, viene rintracciato da una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Miramare, durante un controllo su di un autobus di linea diretto in Romania. L’uomo, un 35 enne romeno, deve scontare 2 anni e 10 mesi di reclusione per maltrattamenti in famiglia, minaccia e lesioni personali.

Dopo il suo arresto, i militari lo hanno così condotto al locale carcere del Coroneo.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...