Torino, ruba borse e abiti di pregio da un’autovettura in via Amendola: arrestato in centro città

Torino, con ogni probabilità, si era appostato in via Amendola in attesa che un’autovettura lussuosa parcheggiasse, nella speranza di trovare all’interno beni di valore da asportare. L’uomo, un trentenne di origini tunisine, armato di un martelletto in ferro con testa esagonale, si avvedeva in effetti dell’arrivo di un’auto di lusso con targa straniera e dopo che gli occupanti si allontanavano per fare una passeggiata, infrangeva con l‘arnese il deflettore posteriore dell’auto, ne apriva lo sportello e, reclinati i sedili, accedeva al vano bagagli prelevando alcuni shopper contenenti scarpe, camicie e borse di lusso acquistati quella mattina dal proprietario dell’auto. Tutto ciò veniva, però, nitidamente visto da una coppia di fidanzati che stava cercando parcheggio in zona; la donna decideva di seguire il cittadino tunisino mentre il marito contattava il 112 NUE fornendo la posizione del ladro. Personale del Reparto a Cavallo di rientro dal Parco del Valentino, sentita la nota via radio, interveniva immediatamente raggiungendo la coppia e il fuggitivo, che intanto aveva raggiunto via San Francesco d’Assisi, con le mani ancora occupate dagli shopper contenenti i capi di abbigliamento rubati. Nonostante l’alt intimato all’uomo, quest’ultimo si dava alla fuga per alcune decine di metri, ma veniva definitivamente fermato dal poliziotto in via Conte Rosso, dopo aver tentato di colpirlo con calci e pugni. L’uomo, irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per furto pluriaggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Tutta la merce, il cui valore economico complessivo ammonta a circa 800 €, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...