Torino, maxi-sequestro di botti illegali: oltre 500kg trovati in un negozio

Erano nascosti dietro alcune casse di bevande

Torino, maxi-sequestro di botti illegali: oltre 500kg trovati in un negozio.

Nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto alla commercializzazione e all’uso illegale di artifici pirotecnici, intensificate in vista dei festeggiamenti del capodanno 2023, personale della Polizia di Stato della locale Divisione PAS di Torino ha sottoposto a sequestro, nelle ultime ore, 550 kg di materiale pirotecnico.

Oltre 500kg di artifici pirotecnici

La quasi totalità degli artifici rinvenuti, circa 520Kg, si trovava stipata all’interno di un esercizio commerciale del torinese, nascosta dietro alcune casse di bevande in una stanza appositamente adibita a deposito dal conduttore, un cittadino italiano di 60 anni.

Le attività condotte dagli investigatori hanno permesso di appurare l’approvvigionamento sistematico nel tempo del suddetto materiale attraverso ordini on line a una ditta pirotecnica; le consegne, intestate non solo all’indagato ma anche ad alcuni parenti, sarebbero avvenute tutte in momenti diversi, a distanza di poche ore, al fine di ridurre al minimo i sospetti sull’illecita detenzione.

Botti a Gugliasco

Un secondo caso nella città di Grugliasco: anche qui gli investigatori della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale hanno intercettato la consegna di due pacchi sospetti all’interno di una abitazione privata: all’interno dei pacchi, 29 kg di artifici pirotecnici, sequestrati a carico di un cittadino italiano di 44 anni.

L’ingente quantità di artifici sottoposti a sequestro, fra cui i potenti Demon, Pirata, Fox, Happy New Year, Boom, Cerbero, Chimera, Sandokan, avrebbe potuto essere detenuta, vista la pericolosità, esclusivamente all’interno di un deposito autorizzato dotato di licenza prefettizia e con le caratteristiche di sicurezza ed antincendio previste dal Regolamento TULPS.

Denunce

In entrambi i casi è scattata la denuncia per detenzione abusiva di materiale esplodente di tipo pirotecnico. Il procedimento penale si trova attualmente  nella fase delle indagini preliminari, pertanto vige la presunzione di non colpevolezza degli indagati, sino alla sentenza definitiva.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...